Copertina

Activision-Blizzard: i risultati del Q2 e i piani per il futuro

Scritto da MasterRedz - 10 Agosto 2019 alle 9:55

Nella serata di venerdì Activision-Blizzard ha tenuto la sua consueta conferenza con gli investitori, presentando i risultati del secondo trimestre del 2019. Dal punto di vista finanziario complessivo, l’azienda ha superato le previsioni, presentando un periodo positivo in cui sono cresciuti guadagni e ricavi.

Anche dal punto di vista dell’engagement degli utenti le cose vanno abbastanza bene: infatti il gruppo ha avuto in media 327 milioni di utenti attivi mensili, su tutti i suoi franchise. In particolare, Blizzard ha avuto circa 32 milioni di giocatori attivi mensili. Inoltre, la durata delle sessioni di gioco è in costante crescita per i giochi della casa di Irvine.

Un punto chiave della relazione sembrano essere gli investimenti fatti nei mesi scorsi, in seguito ad una non facile ristrutturazione avvenuta anche in casa Blizzard. La nota dice che “nella prima parte del 2019 è stata data priorità agli investimenti nei franchise chiave dell’azienda e a partire dalla seconda metà dell’anno si cominceranno a vedere i primi risultati di questa politica“.

activision-blizzard espansione dei franchise
I franchise attivamente sviluppati in Activision.

In Blizzard, come possiamo vedere dalla relazione, sembra che questi sforzi siano concentrati nelle IP di Warcraft, Hearthstone, Overwatch e Diablo. È molto significativa l’assenza di StarCraft, un franchise che in realtà ha sempre avuto un’ottima reputazione e una larga community. Meno quella di Heroes of the Storm, che sappiamo essere stato ridimensionato.

È anche vero che queste sono definite come le priorità del 2019, quindi nei prossimi anni potrebbero esserci migliori chance per altre IP di nuovi titoli o contenuti. Inoltre, ricorderete che Blizzard ha recentemente cancellato un progetto a tema StarCraft, quindi servirà tempo per decidere cosa fare del franchise.

Tornando ai risultati del trimestre, i ricavi provenienti da Blizzard sono stati in leggera decrescita, complice l’assenza di grandi rilasci, ma il tutto è stato mitigato dalla già citata ristrutturazione. Passiamo invece ai singoli giochi:

  • Gli utenti di World of Warcraft sono cresciuti grazie al rilascio della patch 8.2, Ascesa di Azshara, ma anche per l’imminente rilascio di WoW Classic. Blizzard si aspetta una diminuzione di utenza dopo le prime settimane di Classic, ma l’interesse per il ritorno di Vanilla è comunque molto alto.
  • Hearthstone è in crescita, complice l’espansione Ascesa delle Ombre e le molte novità che ha portato al gioco e anche Salvatori di Uldum sembra sulla buona strada. Inoltre è uno dei franchise in cui è cresciuta la spesa dei giocatori e su cui l’azienda punta molto.
  • Overwatch è stabile nel numero dei giocatori, ma l’arrivo del Workshop ha scatenato la community. Nel versante eSport, la OW League è in crescita nel numero di ore guardate e i risultati sui canali in cui è trasmessa sono molto soddisfacenti.

Durante la sessione di Q&A sono emerse altre informazioni. Activision-Blizzard infatti sta pensando di rilasciare Diablo Immortal senza aspettare l’approvazione del gioco in Cina, che sta procedendo lentamente. Invece, nessuna informazione sull’uscita di Warcraft III: Reforged. Infine, i vertici Blizzard sostengono che la prossima BlizzCon 2019 possa essere la migliore di sempre, con molti annunci e contenuti. Che sia veramente l’anno di Diablo 4?

È sicuramente un anno di transizione per Blizzard e la relazione per gli investitori lo dimostra ancora una volta. Non ci resta che osservare attentamente i prossimi mesi per capire la bontà o meno di quanto è stato fatto finora.

Fonte: activision-blizzard, nota stampa, relazione

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti