Copertina

Il 2018 è stato un anno nero in Borsa per Activision-Blizzard e l’annuncio di Diablo Immortal proprio in quell’anno ha dato il colpo di grazia all’azienda, che anche nel 2019 si è trascinata a stento tra polemiche e licenziamenti, oltre che alle perdite in Borsa. Eppure, nonostante lo start iniziale, nel 2019 Activision-Blizzard è riuscita a chiudere l’anno in Borsa al NASDAQ: ATVI con un aumento del 28%. I motivi di questa ripresa sono da ricercare in due giochi specifici: Call of Duty Mobile e World of Warcraft Classic, che hanno dato ossigeno all’azienda, speranza nella fan base e portato nuova fiducia negli investitori.

L’AZZARDO DI CALL OF DUTY MOBILE

Dopo i capitoli non proprio splendenti di Black Ops 3, Advance Warfare e Infinite Warfare, il franchising sembrava spento ed ormai incapace di offrire agli utenti un’esperienza nuova ed accattivante. Così, prima nel 2016 e poi nel 2017, parte l’operazione “nostalgia” con cui vengono rilasciati MW:Remastered e WWII, due titoli che faranno riavvicinare gli appassionati più affezionati e cercare di pescare a piene mani nuove reclute. Ma come sappiamo il mercato dei videogiochi è sempre in movimento e l’esplosione dei Battleroyale ha spostato notevolmente l’utenza di gioco.

Con Black Ops 4, Activision cerca di buttarsi nel mondo Battleroyale con la sua personale formula, per evitare l’emorragia di utenti dai propri sparatutto. Una scelta azzeccata che incontra anche l’approvazione della critica, ma che non è abbastanza da conquistare proprio tutti. E qui parte l’azzardo, lanciare un CoD “nuovo” su una piattaforma del tutto inaspettata: il mobile. Sviluppato dagli studi TiMi di Tencent, il 1° ottobre 2019 viene rilasciato Call of Duty: Mobile ed è un successo. In poche settimane e negli ultimi mesi del 2019, conquista un favore di pubblico ben oltre le aspettative; nel primo mese dal rilascio l’applicazione è stata scaricata più di 100 milioni di volte e con una valutazione di 4.8 stelle sullo store iOS.

CoD:Mobile è scaricabile gratuitamente con modalità di gioco più o meno conosciute da tutti gli appassionati di CoD o FPS in generale, ovvero: Prima Linea, Deathmatch a squadre, Dominio, Modalità Territoriale, Cerca e Distruggi e l’immancabile Battleroyale, quest’ultima modalità può ospitare ben 100 giocatori. I ricavi nel primo mese di vita di questo CoD sono stati ben 53 milioni di dollari e ciò ha fatto salire il titolo azionario di Blizzard in Borsa. Secondo solo a Pokemon:Go, questo titolo per mobile ha risollevato l’azienda e stracciato la concorrenza; in aggiunta, anche il rilascio del nuovo capitolo di Modern Warfare (2019) è stato un successo che ha dirottato i non amanti del mobile su un nuovo titolo per PC e Console.

La monetizzazione di questi due titoli con Season Pass e contenuti aggiuntivi ha generato il 58% delle entrate nel terzo trimestre nelle vendite in-game del digitale. Ciò ha portato il COO Coddy Johnson a dichiarare quanto segue: “La società ha grandi sorprese e iniziative pianificate per migliorare ulteriormente il valore generale della serie di Call of Duty nei prossimi trimestri

jasoncodmobilemultiplayerguide
Scommessa vinta per Call of Duty:Mobile

BACK IN TIME: WOW CLASSIC

Il secondo gioco che ha tolto dal pantano Blizzard è stato World of Warcraft: Classic. Questo titolo non ha bisogno di presentazioni, il salto nel passato per questo MMORPG è stato un grande successo. Il suo rilascio è avvenuto nel mese di agosto 2019 e Blizzard ha così potuto registrare un aumento degli utili per il trimestre successivo. L’aumento del numero di giocatori attivi e le visualizzazioni su Twitch hanno aumentato gli investimenti nell’azienda, che sono stati dirottati per aumentare lo staff di sviluppo di Classic. Con questo investimento il nuovo team di sviluppo è pronto a fornire nuovi contenuti al Classic in-game.

Blizzard ha la seria intenzione di sfruttare questo exploit di WoW:Classic, oltre che puntare anche sulla prossima espansione ovvero: Shadowlands. È indubbio che WoW ha risollevato le quotazioni in Borsa dell’azienda che ora è pronta a vedere questo 2020 con più fiducia, sia nel mercato azionario che in quello videoludico, cercando di tenere incollati i fan di vecchia data e spingere nuovi utenti ad unirsi all’universo Blizzard.

PROSPETTIVE PER IL 2020

Non solo CoD e WoW per questo 2020, la BlizzCon 2019 ci ha regalato il nuovo Diablo IV e Overwatch 2. Le aspettative per questi due giochi sono alte, non solo per i meri giocatori, ma sopratutto per gli investitori che auspicano un ritorno alla gloria di Blizzard. Se al rilascio di Diablo IV, di cui ancora non si ha una data, ci sarà un riscontro più che positivo dell’utenza, allora l’azienda di Irvine potrà dirsi salva anche dopo lo scivolone con Immortal e il caso Blitzchung.

Ma Activision-Blizzard è anche eSport, e Overwatch ha dimostrato di essere un piatto appetibile per moltissimi sponsor che già dalla stagione inaugurale del 2018 si sono lanciati in questo nuovo mondo. Il 2020 porterà all’innovazione degli Homestand con le squadre della Overwatch League che giocheranno in casa e in trasferta, questo poterà alla creazione di nuove arene dedicate all’eSport che andranno man mano a consolidare la fanbase già numerosa e cercarne di nuova con eventi più capillari nelle varie regioni del mondo.

Ovviamente c’è grande attesa anche per la nuova League dedicata a Call of Duty, in cui si sfideranno 12 team provenienti da 12 città, che vedrà il suo esordio proprio in questo 2020 con un formato del tutto nuovo e ispirato a quello della Overwatch League e dove già si prevedono grandi sponsor e montepremi da capogiro. In ultimo, ma non meno importante, l’eSport di punta di Blizzard, ovvero StarCraft II, non va in vacanza. Questo RTS è ancora molto seguito e le WCS sono sempre supportate dai fan che acquistano regolarmente il Bottino di Guerra che ogni anno viene rilasciato.

Complessivamente ci sono tutti gli indicatori che fanno ben sperare gli investitori che non saranno scoraggiati da un 2019 che è stato a metà tra il disastro e la rinascita. Oltre a questi fattori c’è anche da tener presente il nuovo ciclo di console di PS5 e XboX di cui anche Activision-Blizzard ne beneficerà per i prossimi cinque anni a venire. Al momento Activision-Blizzard rientra tra le maggiori scommesse azionarie di questo 2020.

Fonte: Nasdaq.com

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti