Blizzard

Altri licenziamenti in Blizzard: questa volta è stato decimato il reparto eSport

5dc5dc4f7eece578b93ae682

Dopo la terribile mandata di licenziamenti nella divisione gaming di Microsoft, che ha colpito durante anche Blizzard Entertainment, si poteva pensare di tirare un sospiro di sollievo. Purtroppo non è stato così.

Nei giorni scorsi è infatti avvenuta un secondo round di licenziamenti, questa volta concentrata direttamente nel settore eSport dei diversi franchise Microsoft. In particolare è stato colpita la divisione eSport di Activision-Blizzard, e quindi di Overwatch 2, che ha visto il suo team dedicato all’eSport ridotto ad appena 12 membri dai circa 70 precedenti.

A differenza di alcuni settori colpiti la scorsa settimana, il settore eSport aveva la testa sulla ghigliottina da tempo. L’Overwatch League non esiste più, sostituita da un formato più snello, dinamico e in parte affidato in outsourcing. Inoltre in generale l’eSport ha subito una contrazione importante negli ultimi anni, rispetto ai bagordi degli anni dei grandi investimenti e del Covid.

Prosegue quindi l’amarezza per questi continui licenziamenti, che ha anche in questo caso hanno colpito alcune figure storiche e molto apprezzate dalla community, come Soe Gschwind. A lei e a tutti i dipendenti lasciati a casa va la nostra solidarietà.



MasterRedz

About Author

Signore indiscusso della redazione, MasterRedz ha spadroneggiato in BattleCraft dopo aver sterminato i suoi rivali a furia di dirette BlizzCon e articoli. Ora ha puntato gli occhi sulla conquista di DailyQuest e nessun redattore sarà al sicuro!

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti