Copertina

BlizzConline: la pagella di DailyQuest

Scritto da MasterRedz - 22 Febbraio 2021 alle 10:30

Un’altra vecchia tradizione di BattleCraft, la pagella della BlizzCon è uno dei nostri momenti conclusivi della copertura della fiera: la maggior parte delle novità è stata coperta, ed ora è il momento di una piccola riflessione personale e conclusiva su quello che Blizzard ci ha mostrato.

Segui tutta la nostra copertura della BlizzConline sulla nostra pagina dedicata!

Ci sono alcune premesse: la BlizzConline è stata sicuramente una versione più ristretta e meno estensiva della tradizionale BlizzCon e la quantità di panel e contenuti ne ha sicuramente risentito. Non è sbagliato dire che è l’edizione della convention più debole da anni a questa parte, anzi dire il contrario sarebbe disonesto.

La colpa ovviamente non è di Blizzard, che probabilmente ha fatto tutto quello che poteva fare per portarci una versione della BlizzCon nel 30° anniversario dell’azienda, in un periodo storico non certo facile. È anche possibile che Blizzard si sia trattenuta in diversi annunci per poi sfoggiarli nella prossima edizione.

Rimane comunque l’amaro in bocca per quelle che potevano essere le alternative. Di conseguenza, anche i voti sono stati adattati al complesso dell’edizione singola e non di quelle degli ultimi anni.

World of Warcraft

World of Warcraft si è battuto bene in quest’edizione grazie all’annuncio della prima major patch di Shadowlands e alla versione Classic di The Burning Crusade, facendo la gioia di molti giocatori. Il contenuto presentato rimane però, soprattutto per quanto riguarda la patch 9.1, molto scarno e poco informativo. Anche i Q&A non hanno affatto aiutato ad approfondire quello che affronteremo nel prossimo capitolo di Shadowlands.

Voto: 6

Hearthstone

Anno del Grifone, nuovo set e modalità Mercenari: le novità di Hearthstone quest’anno sono state molte e importanti. Il gioco di carte online sta vivendo un buon momento grazie alle rivoluzioni dell’anno scorso, che evidentemente continueranno nei prossimi mesi. I panel di Hearthstone, forse merito dello sviluppo più organizzato e serrato tipico del gioco stesso, sono stati i migliori di quest’anno, sia nella presentazione che nell’informazione.

Voto: 9

Diablo

È indiscutibile che questa sia stata l’edizione con il contenuto di Diablo più ricco da anni, con ben tre titoli presenti. L’annuncio di Diablo II Resurrected era nell’aria da mesi ed è bello vedere che la remastered è stata affrontata con uno spirito diverso rispetto a quello di WC3 Reforged. Allo stesso modo il Tagliagole di Diablo IV sembra incredibile da giocare e Diablo Immortal è sicuramente sulla strada giusta per un lancio di successo. Un peccato che per questi ultimi due giochi non si sia andato molto oltre il semplice annuncio.

Voto: 8

Overwatch

È palese dal panel dedicato che lo sviluppo di Overwatch 2 stia procedendo a gonfie vele e che il gioco sia effettivamente pensato come Overwatch all’ennesima potenza. Rimane altrettanto evidente che lo sviluppo è ancora nelle fasi embrionali e che, come già dichiarato, non vedremo il titolo prima del 2022. Le informazioni presentate nel panel sono state molte, anche se non di “impatto” e men che meno definitive, ma anche poste in modo confusionario e veloce. È stato giusto dedicare almeno un panel al gioco, ma il tutto poteva essere sostituito con uno dei video di Papa Jeff, forse anche in maniera più semplice.

Voto: 5

Community

Le vere gemme di questa BlizzConline sono rimaste in sordina, nei meandri della programmazione e lontano dagli annunci dei giochi. Infatti il panel dedicato alle creazioni della community è stato il più divertente e coinvolgente dell’edizione, complice il presentatore (Darin De Paul) su di giri e la grande passione dei fan, sempre evidente e crescente. Sono state toccate punte di qualità e genialità incredibile, come potete vedere dal video qua sotto.

Voto: 9

Panel accessori e Cerimonia d’Apertura

I panel accessori ad ogni franchise sono stati di discreta qualità, con alcune vette di apprezzamento come la sessione di gioco di ruolo di Diablo con i Critical Role. I panel di approfondimento su colonne sonore e doppiaggio sono sempre interessanti, ma si sente la mancanza del pubblico. Lo stesso problema è riscontrabile in tutti i panel, compresi i Q&A e soprattutto la cerimonia d’apertura, che è rimasta una semplice lista di annunci. Peccato.

Voto: 6

StarCraft, Heroes of the Storm e Warcraft III Reforged

C’è poco da dire su StarCraft ed Heroes of the Storm, presenti con dei panel segnaposto che hanno mostrato i punti di forza di questi franchise (eSport per StarCraft, community per Heroes con Carbot Animations) ma assolutamente nessuna novità. Va ancora peggio a Warcraft III Reforged, assente e attualmente in un limbo di incertezza e indifferenza. Il confronto è ancora più impietoso vista la cura con cui è stato presentato e trattato Diablo II Resurrected. La beffa? Questi giochi sono stati raccolti sotto l’etichetta generica di “Strategici” e i rispettivi social hanno strombazzato la BlizzConline a pieno regime. Tristezza.

Voto: 2

Questi sono tutti i voti per ogni sezione della BlizzConline. Quali sono i vostri?

Copertina: Pixidoxi

Segui
Notificami
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Bogher

In generale questa Blizzcon è stata molto sottotono. Sia per la mancanza di contenuti che di interazione