Copertina

I dipendenti Activision-Blizzard a Versailles vanno in sciopero

Scritto da MasterRedz - 14 Ottobre 2020 alle 10:58

La settimana scorsa vi avevamo riportato la notizia che annunciava la decisione di Activision-Blizzard di chiudere la storica sede di Versailles, in modo abbastanza brusco e soprattutto ambiguo, rispetto alle leggi dell’occupazione dello stato francese.

Ebbene, i dipendenti interessati hanno deciso di procedere ad uno sciopero per l’intera giornata di oggi, in protesta alla chiusura del distaccamento francese e in denuncia dei presunti comportamenti scorretti da parte di Activision-Blizzard.

Infatti, il comunicato denuncia la mancanza da parte dell’azienda di un piano di gestione e ammortizzatori sociali verso i dipendenti che saranno licenziati (cosa illegale secondo le leggi francesi).

Il sindacato, inoltre, fa gravi accuse nei confronti di Activision-Blizzard, dichiarando di aver reso insostenibili le condizioni dell’ambiente lavorativo per preparare il terreno alla chiusura. Non solo: sempre secondo il sindacato, la chiusura della sede di Versailles non è stata decisa per accentrare le funzioni in USA o eliminare sezioni non più necessarie dell’azienda, ma per trasferire la sede in Regno Unito ed evitare di pagare tasse di natura comunitaria (EU).

La chiusura sarebbe quindi stata decisa per un fattore prettamente fiscale, in barba a qualsiasi conseguenza verso i dipendenti e, a quanto pare, anche della Brexit. Al momento non sono state rilasciate dichiarazioni o smentite da parte di Activision-Blizzard.

I sindacati chiedono quindi il mantenimento della sede di Versailles, investimenti per le attività nel mercato europeo e il ripristino delle adeguate condizioni di lavoro.

EkPfNVlXgAEtP s?format=jpg&name=medium
Il comunicato stampa dello sciopero

La scelta della giornata per indire uno sciopero non è stata certamente casuale: infatti oggi è prevista l’uscita della pre-patch di Shadowlands. La mancanza di supporto, sia community che tecnico, in un momento del genere potrebbe portare a diversi problemi, ad esempio lunghi tempi di manutenzione dei server.

In ogni caso, vi manterremo aggiornati sugli sviluppi della situazione.

Anche Taliesin ha deciso di mostrare il proprio supporto.

Fonte: comunicati sindacali

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti