Diablo III

Eroi di Diablo: Aidan, il Principe di Khanduras (Parte 2)

Aidan Diablo trasformazione finale scaled e1658394196189

Proseguiamo con il racconto di Aidan, Principe di Khanduras posseduto dal Signore del Terrore. Dopo aver abbandonato Tristram, il Viandante Oscuro si reca oltre la Porta del Levante, alla ricerca dei suoi fratelli.

Leggi la Prima Parte di Eroi di Diablo: Aidan, il Principe di Khanduras

Perché lo seguii..? Non lo so. Mi sembrava di agire come in sogno. Tutto quello che so, è che quando egli mi chiamò, fui costretto a seguirlo. Da quel momento viaggiammo verso est. Sempre verso est.

Marius

Alla ricerca di Baal

Per diverse settimane viaggiarono insieme verso Lut Gholein, tempo nel quale l’Oscuro raccontò il suo passato al malcapitato Marius e del fardello che gravava sulla sua anima. Dopo un sogno premonitore condiviso con l’uomo, il Viandante rivelò quale fosse il proprio obiettivo: trovare la tomba di Tal Rasha. E la tomba fu effettivamente trovata.

Si addentrarono nella cripta e giunsero in una grande sala, nella quale c’era un passaggio segreto che conduceva alla camera mortuaria di Tal Rasha. Marius osservava con attenzione il suo compagno, notando come più a fondo si avventurassero nella cripta, più egli cambiasse. La forma di Aidan iniziò a corrompersi, aprendo ferite lungo tutto il corpo e rivelando un’enorme buco sulla fronte, dove un tempo egli si era trafitto con la Gemma Rossa di Diablo.

Trovata la parete che nascondeva la camera mortuaria, il Viandante la aprì, varcò la soglia e avanzò verso la Pietra del Vincolo nella quale Tal Rasha era stato vincolato, lottando per tenere a bada Baal all’interno del proprio corpo. Marius rimase indietro, osservando la scena inorridito.

Il Viandante si mosse velocemente verso il mago, ma in quel momento apparve l’Arcangelo Tyrael, che lo intercettò, iniziando una feroce lotta contro di lui. Ma Baal non si arrese: evocò delle visioni distorte di Tal Rasha, attirando Marius verso di sé e convincendolo a farsi liberare.

In preda al panico per quanto appena fatto, Marius scappò con il frammento della Pietra dell’Anima del Signore della Distruzione, facendo perdere le proprie tracce. Tyrael rimase intrappolato nella camera mortuaria, mentre i due fratelli lasciarono la tomba, diretti verso Travincal: si sarebbero riuniti con Mefisto e avrebbero portato a termine il loro piano di conquista di Sanctuarium.

Baal Tal Rasha
Illusione di Tal Rasha generata da Baal

Il Portale per gli Inferi

Dopo essere scampato ad uno scontro con alcuni prodi eroi, il Viandante arrivò a Travincal, città-tempio della fede Zakarum. Mefisto prese possesso del corpo di Sankekur, nuovo Que-Hegan dell’Ordine della Luce, grazie all’intervento dei suoi fratelli, che ottennero la Pietra dell’Anima Blu, ridandola al suo proprietario; i Primi Maligni si erano finalmente riuniti dopo secoli.

Ciò che restava da fare era riconquistare gli Inferi Fiammeggianti e con il ritorno di Diablo, questo era divenuto nuovamente possibile. Il corpo del Viandante Oscuro iniziò a smembrarsi e lacerarsi dall’interno, mentre il Signore del Terrore riassumeva la sua vera forma. Ormai di Aidan non restava più nulla.

Diablo varcò il portale degli Inferi e riprese l’esercito di demoni sotto il suo controllo. Ma il suo regno rinato durò poco: il gruppo di eroi che lo intercettò fuori Kurast riuscì a varcare il portale ed a raggiungerlo nella sua dimora.

Lo scontro fu devastante e Diablo fece sfoggio delle sue incredibili abilità, ma questo non bastò ad evitare la sua morte. Deckard Cain speculò che Aidan non fosse completamente scomparso, ma che una piccola parte del suo spirito fosse perdurata all’interno di Diablo e che avesse aiutato gli eroi, combattendolo dall’interno.

Così come Albrecht prima di lui, la morte di Diablo e il conseguente ritorno della sua essenza dentro la Pietra dell’Anima riportarono il corpo di Aidan a riprendere le sue fattezze originali. Come segno di onore e di rispetto verso di lui, gli eroi avvolsero il corpo dilaniato del principe di Khanduras, gettandolo poi tra le fiamme degli Inferi.

Aidan Diablo Morte D2R
La sconfitta di Diablo


Massimiliano "Krogrash" Serra

About Author

Amante di titoli Blizzard dal lontano 1997, anno nel quale ha giocato a Diablo su PS1. La sua vera passione nasce con Warcraft II, nel quale si innamora perdutamente della razza orchesca (da cui ha origine il suo nickname). Giocatore di World of Warcraft dal 2007.

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti