Copertina

Diablo Immortal: equipaggiamento, oggetti e gemme

Scritto da MasterRedz - 18 Dicembre 2020 alle 16:55

Come per le abilità e altri sistemi di gioco, anche il funzionamento di oggetti ed equipaggiamento di Diablo Immortal deve molto al terzo capitolo. Ma forse è proprio in questo caso che riscontriamo le differenze maggiori, almeno concettualmente. Vediamo quindi quali sono le novità.

Caratteristiche, attributi e statistiche degli oggetti

In Diablo Immortal, le caratteristiche presenti sugli oggetti sono:

  • Vita
  • Danni (dalle armi equipaggiate)
  • Armatura (riduzione danni non magici subiti)
  • Penetrazione armatura (riduzione dell’efficacia dell’armatura avversaria)
  • Indice d’attacco (aumento percentuale dei danni inflitti, in base all’indice di difesa avversario)
  • Indice di difesa (riduzione percentuale dei danni subiti, in base all’indice di attacco avversario)
  • Potenza (aumento durata penalità/malus sui nemici)
  • Resistenza (diminuzione durata penalità/malus subiti)

Gli attributi aumentano l’indice di attacco e di difesa. Quelli primari – Forza e Intelligenza – aumentano in particolare i danni, mentre quelli secondari – Tempra, Vitalità e Volontà – aumentano rispettivamente Armatura e Penetrazione Armatura, Vita, Potenza e Resistenza.

Infine, gli attributi magici modificano altre statistiche come velocità d’attacco, riduzione tempi recupero, ecc. Questi sono aggiunti dai vari affissi degli oggetti equipaggiati.

Ogni personaggio avrà in totale 12 slot d’equipaggiamento, divisi come segue:

  • Gli slot primari sono: Testa, Gambe, Torso, Arma, Spalle, Mano Secondaria.
  • Gli slot secondari sono: Collo, Fianchi, Anello 1/2, Piedi e Mani.

Solo gli slot primari potranno equipaggiare oggetti leggendari, in grado di modificare le abilità, mentre i secondari si focalizzeranno su bonus a caratteristiche e attributi.

https://bnetcmsus-a.akamaihd.net/cms/content_folder_media/8FFO7RTZNTWI1606951585999.png
Gli slot d’equipaggiamento di un personaggio in Diablo Immortal.

Oggetti rari e Leggendari di Diablo Immortal

Le rarità degli oggetti di Diablo Immortal sono molto simili a quelle di Diablo III – normale, magica, rara e leggendaria – seppur con le dovute modifiche ed eccezioni. Ad esempio, al momento non sono contemplati set di classe e i Leggendari non sono scambiabili fra giocatori.

Come al solito, gli oggetti magici e rari avranno attributi/affissi magici che modificheranno alcune statistiche o aggiungeranno diversi bonus, come la già citata velocità di attacco o la nuova probabilità di sfuggire alla morte. Attualmente sono previsti oltre 30 attributi magici.

I Leggendari spesso modificheranno le abilità del personaggio, sia dal punto di vista funzionale che estetico. A quanto sembra, non ci saranno Leggendari condivisi, ma solo di classe.

legendaryitemtooltip.png
Gli oggetti leggendari avranno, ovviamente, affissi leggendari.

Novità: Gradi degli oggetti e Talismani

La grande novità introdotta da Diablo Immortal, per quanto riguarda l’equipaggiamento, sono i Gradi degli oggetti. Questo è un sistema di potenziamento che permette di aumentare il Grado di un certo equipaggiamento raro o leggendario, aumentandone le statistiche. Per potenziare un oggetto, saranno necessari dei materiali specifici. I rari possono arrivare al grado 5, mentre i Leggendari fino al Grado 20.

Inoltre, al grado 6, 11 e 16 l’oggetto leggendario otterrà un attributo bonus, generato casualmente. In più, una volta raggiunto il grado 6, il leggendario sarà riforgiabile, permettendo di scambiare alcuni attributi bonus in modo più o meno mirato attraverso le Pietre della Riforgiatura.

Lo scopo di questo sistema è di evitare di scartare un oggetto preferito o utile per un altro solamente migliore a livello numerico e cercare di far mantenere un certo stile di gioco per diversi livelli o periodi di tempo.

Immagine che mostra un oggetto potenziato al grado 20
Un leggendario di Grado 20

I Talismani sono un’altra novità di Diablo Immortal: sono equipaggiabili e forniscono fino a cinque gradi bonus alle proprie abilità e sono personalizzabili tramite Pietre delle Abilità che permettono di scegliere quali abilità potenziare.

Ogni oggetto sarà riciclabile per ottenere dei materiali per aumentare il grado, riforgiare o creare altri oggetti.

Gemme e Rune

Anche le Gemme tornano in questo capitolo e come in Diablo III sono divise in gemme comuni e gemme leggendarie.

  • Le comuni aumentano le caratteristiche dell’oggetto in cui sono incastonate e possono essere potenziate unendo gemme di rango inferiore in una di rango maggiore. Le gemme comuni possono essere incastonate solamente nell’equipaggiamento degli slot secondari.
  • Le leggendarie invece hanno ovviamente poteri e bonus unici. Anch’esse possono essere potenziate e sono incastonabili solo negli oggetti degli slot primari.
upgradedlegendarygemtooltip.png
Esempi di Gemma leggendaria.

La differenza principale fra le due tipologie, oltre ai castoni, sono l’ottenimento. Le comuni possono essere ottenute semplicemente giocando, mentre le leggendarie hanno un processo più vario.

Le Gemme leggendarie infatti possono essere ottenute completando Varchi Antichi oppure create. La creazione di una gemme leggendaria è legata ad una specifica ricetta e i diversi materiali necessari, comprese le Rune.

Le Rune infatti fanno il loro ritorno in Diablo come materiale ottenibile dai Varchi Antichi e necessario per la creazione di Gemme e oggetti leggendari.


Il nuovo sistema di oggetti ed equipaggiamento sembra interessante, ma anche dispendioso di risorse e tempo da investire. Ma Diablo Immortal ci incollerà allo schermo così tanto da poterlo sfruttare appieno?

Fonte: blizzard

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti