Copertina

La prima giornata della BlizzCon 2018 si è conclusa con il panel a sorpresa dedicato a Warcraft III Reforged, la nuova versione del terzo capitolo della saga RTS che ritornerà in una veste grafica completamente rifatta.

Il panel è stato moderato da Grubby, famoso streamer di Heroes of the Storm e principale creatore di contenuti su Warcraft III da tempo immemore. Vediamo cosa è stato detto di interessante.

Presenti sul palco era il Lead Artist Brian Sousa, Lead Programmer Jay Patel, Lead Designer Matt Morris, Executive Producer Rob Bridenbecker.

Warcraft III Reforged è già disponibile al preacquisto su Battle.net e la data d’uscita prevista si colloca nell’Estate 2019.

Lo scopo e gli obiettivi

  • L’idea di una remaster di Warcraft III è nata dopo aver visto l’accoglienza positiva di StarCraft e per continuare con lo scopo dei giochi classici, ovvero preservare e aggiornare i lavori più datati di Blizzard.
  • Parti del progetto sono state rivelate durante il rinnovato supporto a Warcraft III, infatti Reforged si basa su quelle stesse modifiche.
  • Gran parte dei miglioramenti attuabili su Warcraft III sono di natura grafica e artistica, non di gameplay.
  • La comunità ha fatto molto per tenere vivo Warcraft III e molti degli strumenti utilizzati per creare Reforged saranno messi a disposizione dei creatori di contenuti.
  • Da quando è stata creata la campagna del gioco, oltre 14 anni fa, gli strumenti dell’editor sono stati migliorati molto e quindi è ora possibile migliorare le missioni, molto più di quanto fosse possibile all’epoca.
  • Warcraft III Reforged sarà integrato nella piattaforma Battle.net, con tutte le funzionalità del caso.
  • Molti miglioramenti sono stati resi possibili solo dalle nuove tecnologie, come patch live, sblocco automatico delle porte di rete, supporto al widescreen e molto altro.
  • L’Epurazione di Stratholme è la missione giocabile alla BlizzCon 2018 e dimostra molti dei cambiamenti attuati per Reforged, fra cui anche modifiche per renderla più simile a quella di WoW.
Arthas a Stratholme

Visione artistica e tecnica

  • La visione artistica rimane quella del tempo, ovvero stilizzata ma non cartoonesca, epica ma anche unica allo stesso tempo.
  • L’Orco e l’Umano del filmato introduttivo di Mists of Pandaria è stato una delle principali ispirazioni per l’identità dei nuovi modelli.
  • La mancanza di restrizioni e limiti tecnologici per molte cose dell’epoca ha dato molto spazio e creatività agli artisti e modellatori.
  • Reforged usa ancora il vecchio engine del 2001, ma la conoscenza di come è stato usato negli anni durante lo sviluppo di WoW è stata determinante per renderlo moderno.
  • Nel corso dello sviluppo è stato modificato molto codice per evitare che influisse sulle migliorie che si volevano apportare.
  • Addirittura alcune funzioni già presenti in Warcraft III, come i clan, saranno ancora presenti e forse in arrivo su Battle.net.
  • La versione classica e Reforged saranno compatibili, quindi alcune meccaniche come durata delle animazioni d’attacco, movimento, etc sono rimaste tali e quali.
  • Le mappe personalizzate dovrebbero essere importate senza problemi in Reforged, a patto di non aver sfruttato bug o usato modelli troppo personalizzati.
  • L’editor permette di modificare l’interfaccia e molti altri dettagli interessanti, prima non possibili.
  • Tutti i cambiamenti finora applicati con le patch di Warcraft III sono il frutto di un continuo scambio di idee con le community e sarà lo stesso anche per Reforged.
  • Molte lezioni apprese dalla remaster di StarCraft sono state applicate anche su Reforged, alcuni sistemi sono addirittura compatibili.
  • Se verrà aggiunto del nuovo contenuto in futuro, sarà assolutamente rispettoso del gioco e di quanto avvenuto in seguito. In ogni caso, se ne parla dopo l’uscita di Reforged.
Per favore Accedi per commentare
2 Commenti
0 Risposte
0 Iscritti
 
Commento più interessante
Commento più attivo
2 Commentatori
NalaSERAPHIMON Commentatori recenti
  Segui  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
SERAPHIMON
Lettore
SERAPHIMON

non vedo l’ora di provarlo e mettermi a giocare a “trova le differenze” XD

l’unica cosa che mi dispiace sarà la modifica grafica di Cenarius: preferivo di gran lunga la versione metà Cervo/Elfo della Notte dell’originale Warcraft III invece della versione centauro arboreo di WoW

Nala
Lettore
Nala

Beh che dire… da avere assolutamente!