Copertina

Bloodyface, finalista degli Hearthstone World Championship 2020, rivela di essere transgender

Scritto da Diego "Feriand" Pagano - 7 Dicembre 2020 alle 14:09

Ieri sera con un messaggio condiviso su Twitter Brian “bloodyface” Eason, capolista NA della seconda e terza stagione dei Grandmasters e veterano delle finali mondiali di Hearthstone, ha rivelato al mondo di essere transgender. Da ora in avanti sarà conosciuta col nome di Luna, ma sempre con lo stesso BattleTag.

Nel suo lungo intervento Luna racconta delle difficoltà legate alla sua condizione che ha affrontato nella vita, che l’hanno portata infine alla decisione di iniziare la terapia ormonale sostitutiva col supporto della famiglia e della sua compagna. La scelta del nuovo nome viene dal personaggio di Luna Lovegood nei libri di Harry Potter, una scelta ironica rimarcata dalla stessa giocatrice.

L’annuncio è arrivato prima delle finali dell’Hearthstone World Championship, che si terranno dal 12 al 14 dicembre, per liberarla dal peso della finzione che ha sopportato per tutti questi anni e poter quindi competere al massimo. Al tempo stesso, comprensiva della probabile confusione che un tale cambio può generare, bloodyface ha dichiarato che non si curerà di chi sbaglia a usare i pronomi di genere (questione estremamente sentita negli Stati Uniti).

Su Twitter le reazioni sono state di affetto e vicinanza, contando non solo dell’intervento di molti colleghi della scena competitiva, ma anche dell’incoraggiamenti di dipendenti ed ex di Blizzard.
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti