Copertina

Dean Ayala: stiamo già lavorando su nuovi cosmetici per la Battaglia

Scritto da Diego "Feriand" Pagano - 11 Marzo 2021 alle 17:30

Per la nona settimana di fila, il Lead game Designer di Hearthstone Dean Ayala ha utilizzato il suo tempo libero per rispondere alle domande dei giocatori su Twitter. Questa sessione di Q&A è avvenuta dopo la comunicazione della data di rilascio di Forgiati nelle Savane.

Come ormai è consuetudine ecco un riassunto dettagliato delle risposte più interessanti, tralasciando quelle già date nelle scorse settimane. Potete recuperare tutto di seguito, mentre per sapere tutto quanto sulla prossima espansione cliccate sulla nostra guida completa!

Argomenti popolari

  • Contrariamente a ciò che era stato inizialmente annunciato il 9 febbraio, il formato Classico si attiverà insieme al rilascio di Forgiati nelle Savane, non prima. fonte
  • Il termine del Percorso Ricompense di Follia alla Fiera di Lunacupa avverrà non appena verrà rilasciata Forgiati nelle Savane, la sera del 30 marzo. fonte
  • Con il prossimo Pass Locanda è in arrivo anche un nuovo tipo di cosmetico. fonte
  • A quanto pare Blizzard sta per commissionare nuove illustrazioni per oggetti cosmetici dedicati alla Modalità Battaglia. Nessuna indicazione precisa sul quando arriveranno, ma “potrebbe volerci un po’ di tempo”. fonte
  • Alcuni utenti vorrebbero una release pubblica delle soundtrack di Hearthstone (NdR: me compreso). Magari succederà in futuro su YouTube e Spotify. fonte
  • Il menu principale di Hearthstone potrebbe ricevere un aggiornamento in futuro, magari quando uscirà una nuova modalità. fonte
  • Perché Frizzabombe il Magnifico4b6eb03ac33923eef3fbfb4ae33b7fe97198c44bb9d997b0583e117039c481ca non è diventato una carta del set Principale? Non si voleva che una grossa fetta di pubblico si disinteressasse alle nuove carte per il solo fatto che non erano offerte dal meraviglioso gnomo. Per venire incontro alla necessità di una buona collezione di partenza, una necessità reale e sentita, è stato creato il sistema dell’Anno del Grifone. fonte
  • Una richiesta abbastanza frequente dei giocatori disposti a spendere denaro reale è quella di accorpare il Pass Locanda ai preordini delle espansioni. Questo però potrebbe non succedere mai perché uno degli “obiettivi di business” del Pass è di non cannibalizzare le vendite di altri prodotti. Blizzard desidera tener separati prodotti sostanzialmente non cosmetici (come i pre-order) da quelli sostanzialmente cosmetici. fonte
  • Il team sta ancora discutendo della possibilità di avere offerte personalizzate nel Negozio (NdR: di cui i giocatori hanno avuto un assaggio con le Specialità della Locanda). A quanto pare c’è una parte tecnica non banale da affrontare. fonte

Design

  • Tra le cose dell’Anno della Fenice che Ayala non rimpiange, ma avrebbe potuto fare meglio, c’è l’introduzione del Cacciatore di Demoni. Hanno speso così tanto tempo nella creazione stessa della classe che poi non ne hanno più avuto per un bel bilanciamento. Per una eventuale prossima volta si organizzeranno meglio. fonte
  • In seguito all’avviso dei de-nerf del Ladro si è chiesto come mai non fosse incluso anche Mistura Prosciugante93bad8618fe6cea94121a299f018c281e48cb0c40500f7ad46e4a7e07411effd (che originariamente costava 2 Mana e applicava Furto Vitale permanentemente). La motivazione degli sviluppatori è che nell’attuale meta Selvaggio non sarebbe divertente. fonte
  • Come funziona esattamente il test delle nuove carte? Come già è noto esistono due divisioni dedicate: Initial Design (per la creazione) e il Final Design (bilanciamento) che si dedicano alle loro attività tutti i giorni, ma non con tutte le carte (le escluse sono tipicamente servitori “vanilla” come Pestapaludi265eec85675b04a1d596fee8e2fcc31bab81c8762173b4d3b56fa0221fd95e05). Valutare una carta di per sé è difficile, anche con i giocatori bravissimi già nel team (definiti “world class”) e c’è la consapevolezza che per una risposta definitiva a volte bisogna mettere le carte direttamente in mano ai giocatori. link
  • L’idea dei mini-set di metà espansione è nata dall’idea degli eventi dell’Anno del Drago, ad esempio Incubo nelle Tombe. Questo non significa che non ci saranno altri eventi simili in futuro, ma il feedback ricevuto li ha convinti anche a farli durare di meno. fonte
  • In ogni Q&A c’è sempre almeno una domanda sulle carte che “rovinano” il gioco altrui, come Bigliettus2cb1c6a7e5fadf618d7e82ba197815333d8f815f5a9a8e5a8724dbb3d8272780 o Squarciamente Illuciabd92713baa5d07c0f6c77c3433f68654ee69a1c2baddbeaa33f41f62fe0c2508, su cui Dean risponde quasi sempre allo stesso modo. Stavolta però c’è un dato in più: il fattore discriminante per scegliere se intervenire su carte di questo tipo non è il win rate ma il play rate, che non deve arrivare al 10-15%. fonte
  • Collegata alla risposta precedente, un altro segno che un mazzo sta diventando un problema è quando in ladder ha un play rate superiore al secondo più giocato maggiore del 5-10% oppure quando arriva al 20-25% di rappresentanza senza mostrare segni di rallentamento. fonte
  • Uno dei motivi della creazione del set Principale è sicuramente per avere più spazio in Standard per creare carte che prima avrebbero causato problemi (ad esempio, Bestie del Cacciatore che non devono più preoccuparsi di Rinoceronte Furioso7d8e493ebd608d9c91783bf1c162cd1213f5ca06118aa3f9cbbbf88f354111b1), ma ciò non significa che ogni classe avrà subito ciò che non ha mai avuto. Una nuova carta deve sempre soddisfare i requisiti di design come l’identità di classe o il supporto a specifici archetipi. fonte
  • In Hearthstone esiste un gruppo di persone che ha lo stesso ruolo del Concilio dei Colori di MTG? No, perché tutto il team di sviluppo contribuisce a definire le identità delle classi. fonte
  • Nonostante il set Principale sia stato un considerevole passo in avanti in termini di power level medio, alcune carte considerate molto scarse come Yeti di Ventofreddob7383c3f3d529b001bbe7273812b8d6ce1c29cedd4b7063f5288383cbe6b64ac e Furia di Ghiaccioaceb33423a9673940cde5eb8f13080583901fea2323eda940ebc61b8c631be37 sono rimaste. Come mai? Uno degli obiettivi che il set ha conservato dai suoi predecessori è quello di essere un punto di partenza per mazzi che crea un nuovo giocatore e anche per avere un paragone con i set delle espansioni. fonte
  • Il discorso sul bilanciamento fatto la settimana scorsa si applica anche agli eroi della Battaglia. Sarebbe possibile avere tutti i Campioni intorno al 50% di win rate, ma si preferisce averne alcuni più forti di altri entro limiti ragionevoli. Se si pensasse che la scelta del personaggio non influisse per nulla non varrebbe la pena averla, inoltre non ci sarebbe la varietà necessaria per soddisfare diversi tipi di giocatori (NdR: un articolo per approfondire l’argomento). fonte

Curiosità

  • Qual è il senso della vita per Dean Ayala? Avere i soldi per un abbonamento di Crunchyroll e guardare anime belli mentre si mangia buon cibo, in una bella casa con dei bravi cani. fonte
  • Un aneddoto su Rexxar il Predamortefe1d6335e4b6277c46287b1d8b4217b48b64dad0b24195bb3c114514ca7718ce. Quando venne rivelato per la prima volta che il suo Potere Eroe non sarebbe stato aggiornato dopo Cavalieri del Trono di Ghiaccio, Dean Ayala argomentò di persona con Disguised Toast dei costi e benefici di una scelta del genere affermando che era una decisione per il meglio. Peccato che Blizzard cambiò idea il giorno dopo. fonte
  • Probabilmente non si potrà mai giocare Hearthstone dentro World of Warcraft, ma tra le “idee pazze” del Team 5 (che forse potrebbero vedere la luce un giorno) c’è quella di un personaggio in un ambiente 3D in cui si può decorare, esplorare o incontrare gli amici. fonte
  • Tra le carte che saranno presto de-nerfate, ce n’è una con Carica che Dean non voleva che fosse toccata. Non sappiamo di preciso quale sia. fonte
  • Il Drago “meno preferito” di Dean Ayala in Hearthstone è Nozdormu (NdR: good good). fonte
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti