Copertina

James “Firebat” Kostesich, uno dei volti più noti dell’esport di Hearthstone, ha annunciato il suo ritiro dalla scena competitiva dopo sette anni. Continuerà comunque ad essere presente nella community come content creator.

I ringraziamenti su Twitter.

Firebat è stato tra i primi a credere nel gioco da un punto di vista competitivo, vincendo al primo Hearthstone Championship Tour nel 2014. Senza considerare l’Innkeeper Invitational della beta, vinto dal caster di StarCraft Artosis, si è trattato del primo campione della BlizzCon di Hearthstone. Per questo, Blizzard l’ha omaggiato in una carta dell’espansione Sussurri degli Dei Antichi.

dei antichi pipistrello fuoco
In inglese la carta si chiama “Fiery Bat” e il suo flavor text è “He’ll always be our first.

Nel corso degli anni James ha continuato a impegnarsi sia nell’eSport che nella community. Nel 2016 ha organizzato con successo il BatStone, un torneo con i ban, e ha fatto parte del trio di OmniStone nella conduzione di un podcast di commento alle notizie insieme a Frodan e Brian Kibler. Ha spesso commentato i match ufficiali di Hearthstone ed è stato scelto da Blizzard nella primissima rosa dei Grandmasters.

Proprio dopo questo weekend di partite nei GM, successivamente alla sua definitiva eliminazione, ha fatto l’annuncio su Twitter approfondendolo poi su reddit. Firebat ha dichiarato di non essersi trovato bene col meta attuale, ma ha anche ammesso di non averci messo tutto l’impegno di cui sarebbe stato capace. Dalle sue parole traspare la voglia di dedicarsi sempre ad Hearthstone, ma non dalla prima linea dei tornei più competitivi.

I just couldn’t find anything that worked for me this meta. Kept trying different things every week but nothing was really clicking. So, I lost enough in the league to get relegated.

If I’m honest I wasn’t putting in the time necessary to play at the level required to win championships. I was putting in the just enough to get by kind of energy. And focusing on other things, YouTube, Twitch Streams, moving house, relationships. So, I’d say it is a deserved relegation. Still hurts though, and I keep running back in my mind all the times I could have done a little more. Or what the hell I was thinking with that control warrior + highlander hunter lineup! Even if I didn’t like the current iteration of the system that much, I loved competing and it has done so much to enable me to be where I am today.

I plan to continue making content, maybe not as much Hearthstone content as before. But, I still plan on trying to promote and help out the competitive scene wherever I can so that others may be given the chance at the same opportunities I’ve had. I know its switched to YouTube now instead of Twitch and its harder to follow. But, if you haven’t had the chance to tune in to the broadcasts I can’t recommend watching it enough. It really is a life-changing program that allowed me to take my passion, turn it into something and become a content creator. I know competitive hearthstone gets memed on a lot, but I hope it continues to enable others to achieve their goals as well.

James “Firebat” Kostesich link
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti