Copertina

Hearthstone Grandmasters: Zalae sospeso in seguito ad accuse di violenze e abusi

Scritto da Diego "Feriand" Pagano - 9 Aprile 2021 alle 11:00

Il team eSport di Hearthstone ha annunciato la sospensione per un anno del Grandmaster americano Paul “Zalae” Nemeth a seguito di valutazioni scaturite da accuse di violenze e abusi. Al momento non è noto chi lo sostituirà nella competizione già avviata.

“Hearthstone Esports è a conoscenza della accuse mosse contro il Grandmaster americano Paul “Zalae” Nemeth. Dopo un’ulteriore valutazione, abbiamo sospeso Zalae dalla partecipazione in tutti i nostri eventi.”

L’accusa era stata lanciata dall’ex fidanzata di Zalae Rini, che il 19 gennaio aveva pubblicato un resoconto di episodi di abuso subiti all’epoca in cui erano conviventi, senza però ottenere una risposta né da parte di Zalae né di Blizzad. Qualcosa però è cambiato dopo lo scorso martedì, in seguito ad una serie di commenti negativi su Twitter che criticavano l’azienda per non aver fatto nulla per tutto questo tempo: tra di loro c’era la stessa Rini, lo streamer Zeddy e anche Tina Shang, la stessa che aveva accusato Purple nell’estate 2020.

Zalae è stato rimosso dall’elenco dei giocatori sul sito dei Grandmasters e i match che originariamente avrebbe dovuto giocare sono senza un partecipante. Mentre scriviamo Zalae non ha rilasciato alcuna dichiarazione e non è noto chi lo sostituirà, o se ci sarà un sostituto in primo luogo. Ha parlato invece Amaz (allontanato da Blizzard insieme a Purple perché accusato di aver permesso che una giocatrice venisse violentata e non aver fatto nulla in seguito) dichiarando di non essere a conoscenza di come siano andate le cose ma, per “esperienza personale”, è sicuro che non sia stata condotta alcuna indagine e sia stata puramente una decisione basata sul business che non può confermare o smentire le accuse.

image 1
Alcuni match si sono svolti ieri in fuori onda, per questo ci sono già dei punteggi.
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti