Copertina

Il 23 giugno si è conclusa la prima serie mensile dell’Heroes of the Storm Method Mayhem, quello che a conti fatti è stato il più importante torneo di HotS dalla cancellazione dell’HGC. I vincitori sono stati la squadra mista franco-tedesca Washed Up.

I due giorni della finale sono stati preceduti da tre weekend di Cup, dove diverse squadre europee si sono affrontate e hanno raccolto i punti necessari alla fase successiva. Già da qui si vedeva come i Washed Up fossero i favoriti assoluti, arrivando sempre in finale, mentre i secondi classificati Feel the Heat sono partiti dal basso ottenendo a malapena i punti per qualificarsi tra le otto squadre finaliste. Tra queste c’era anche un giocatore italiano: Jacopo “Sigurdh” Aiello che ha gareggiato per i Reformed Players.

L’organizzazione del torneo è stata in collaborazione con Heroes Lounge e il montepremi è stato raccolto sia grazie ad una pagina di crowdfunding che dalle donazioni sul canale Twitch dei Method. La cifra raccolta in streaming è stata di 10.000 $, che con tutta probabilità sarà utilizzata anche per finanziare i prossimi eventi mensili.

Ecco i nomi del team vincitore, sicuramente familiari per chi seguiva la vecchia scena competitiva del gioco. Potete vedere il bracket completo degli ultimi due giorni a questo link, dove cliccando sui singoli match sono disponibili statistiche dettagliate e i file dei replay visionabili nel client.

  • Difensore: Fabien “Mascarade” Devesne
  • Assassino in Mischia: Kevin “Daykwaza” Sen
  • Assassino a Distanza: Dominic “Nic” Asal
  • Flex: Dennis “HasuObs” Schneider
  • Supporto: “BananaH”

Ci sono i VOD in italiano sul canale Twitch di ELO Gaming, di seguito trovate subito quello della finalissima. Da far notare che le partite sono state giocate tutte prima della patch di Mei, quindi senza l’influenza delle nuove (e molto discusse) Anomalie Atmosferiche.

Abbiamo raggiunto i commentatori italiani di ELO Gaming (che abbiamo intervistato solo poche settimane fa) che hanno rilasciato questa dichiarazione, insieme alla clip di un momento memorabile.

Con i Method Mayhem si è tornati a respirare un po’ di aria competitiva di alto livello che su Heroes of the Storm mancava da troppo tempo.

La serie tra i Washed Up (vincitori del torneo) e i The Last Dance (ex stelle delle HGC) è stata una di quelle al cardiopalma, capace di tenere col fiato sospeso sia per l’incredibile qualità dei singoli giocatori e delle loro giocate sia per la sinergia che sono riusciti a creare con i membri della proprio squadra, sicuramente vogliamo vedere più partite del genere in futuro.

Come non menzionare la favola dei Feel The Heat, squadra che sembrava essere arrivata alle finali quasi per caso e in grado di sovvertire i pronostici arrivando in finale a giocarsela con i favoriti Washed Up, uscendo infine a testa altissima dopo una serie finita 2 a 3.

Queste sono le storie che ci piace raccontare, di come l’esport possa dare la possibilità anche a giocatori non professionisti di emergere, anche più facilmente rispetto ad uno sport tradizionale. Noi di Esports League Organizer crediamo molto nelle emozioni che ti porta a vivere una competizione, sia essa un semplice torneo community o sia essa una competizione in grande stile, perché noi stessi le abbiamo vissute in prima persona e vorremmo dare a tutti la possibilità di averne esperienza.

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti