Copertina

I membri del team di Heroes of the Storm Kevin Michael Johnson, Lana Bachynski, Kyle Dates e Alex Neyman oggi sono saliti sul Mythic Stage e hanno tenuto un’approfondita conferenza su Orfea, il primo personaggio nato nel Nexus di Heroes of the Storm.

La storia della sua creazione non è stata importante solo per il gameplay, ma anche per come ha contribuito a dare forma al lore originale del Nexus. Qualcosa che esisteva già ma solo in forma embrionale nelle prime mappe create per il gioco.

Storia di Orfea e del Nexus

L’idea di creare un personaggio da zero nasce più di un anno fa, ma prima era necessario creare un universo credibile, con regole ben definite.

Che cos’è il Nexus? È un’anomalia, un universo di universi diviso in numerosi regni. Alcuni di essi sono sufficientemente stabili e contengono una pietra chiamata Singolarità; reclamarla renderà il suo possessore il Signore di quel Regno.  

I Reami originali di Heroes of the Storm

Uno dei regni più antichi del Nexus è la Corte del Corvo dove dimora il suo monarca Oberon, che noi conosciamo come Signore dei Corvi. Sua figlia Orfea si sentiva trascurata dal padre che era ossessionato da un’entità oscura e misteriosa, tale che aveva spinto la moglie Aline ad abbandonare la famiglia.

Con il passare del tempo anche Orfea si rese conto dell’oscurità che dimorava nel cuore del padre, trovando conforto in una magia ancestrale. Tale magia risultò in un’evocazione oscura che non è un essere separato ma una vera estensione della sua individualità.

Quando il Signore dei Corvi cominciò ad attingere potere dal Nexus Oscuro, rompendo così una promessa fatta alla figlia, questa abbandonò il suo regno e fuggì a Valle del Re. Lì incontrò Deckard Cain e assistette alla marcia di conquista del padre. Convinta a non poter più far finta di niente, Orfea decise di combattere il Signore dei Corvi e diventare un eroe del Nexus. 

La storia proseguirà nel quarto capitolo del fumetto che sarà disponibile vicino all’uscita di Orfea e leggibile direttamente dal gioco.

La copertina del quarto fumetto della Storia del Nexus

Meccaniche di Orfea

  • Caos Travolgente (D) è stato uno degli ultimi aspetti del personaggio ad essere decisi: volevano darle un po’ di resistenza lasciando il Tratto passivo. Ogni nemico colpito da un’abilità fornisce un accumulo di Caos. Si accumula fino a tre volte. Il prossimo attacco base infligge danni aggiuntivi per ogni accumulo e rigenera Orfea pari ai danni inflitti.
  • Danza dell’Ombra (Q) infligge danni ai nemici in una linea retta. Colpire un eroe nemico abbassa il tempo di recupero di questa abilità e consente a Orfea di scattare durante il movimento. Questo incorpora uno dei primi modelli di design di Orfea, in cui era rappresentata come una ballerina aggraziata.
  • Gnam (W) dopo un breve periodo, infligge ingenti danni ai nemici vicini. Gnam è stata la prima abilità pensata e introdotta dal team, inoltre il breve periodo di cast la rende incredibilmente soddisfacente da usare!
  • Terrore (E) è stata creata in un secondo momento. Orfea libera un’onda di terrore che infligge danni ai nemici colpiti nella traiettoria ed esplode una volta raggiunto il punto finale, infliggendo ulteriore danni e rallentando i nemici colpiti.
  • Le due abilità eroiche hanno dato possibilità al team di dare sfogo alla fantasia e far sì che Orfea liberi il mostro in una furia distruttiva! Banchetto Eterno (R1) infligge danni in un’area e si ripete ogni secondo finché colpisce almeno un eroe nemico, mentre Mandibola Possente (R2) trascina i nemici colpiti verso il centro dell’area, infliggendogli ingenti danni e stordendoli per un breve periodo.
Scheda di creazione del Personaggio di Orfea

Curiosità

Successivamente è seguita una piccola sessione di Q&A, in cui sono emerse alcune risposte interessanti:

  • Orfea potrebbe non essere l’unico Eroe nato nel Nexus, ma al momento preferiscono concentrare la loro attenzione sugli eroi degli altri universi Blizzard, che la gente è abituata a conoscere e amare.
  • Il team valuta sempre di aggiornare graficamente gli eroi più datati come Arthas o Uther, ma non vogliono sacrificare tempo utilizzabile per i nuovi contenuti. 
  • Non sono al momento previsti cambiamenti importanti a Illidan. Tuttavia lo stanno tenendo d’occhio.
Per favore Accedi per commentare
  Segui  
Notificami