Copertina

Tanto tuonò che piovve. Ed infatti anche la Overwatch League e Blizzard sono costrette a fermarsi a causa della pandemia del Coronavirus Covid-19. Per il momento Blizzard ha dichiarato che sospenderanno tutti i match di marzo e aprile e che stanno valutando nel futuro dove trasferire le gare.

In una nota, l’organizzazione della League fa sapere quanto segue: “…Dopo un’attenta revisione abbiamo deciso di annullare tutte le partite in accordo con i team. Allo stesso tempo stiamo lavorando per pianificare le future partite in maniera sicura e per la gestione logistica. Stiamo valutando numerose opzioni disponibili per gli Esport in modo che tutti i team, compresi quelli asiatici interessati dallo stop, possano riprendere a gareggiare”.

Nella giornata di ieri anche i Paris Eternal comunicavano lo stop dell’evento l’11 e il 12 aprile che doveva tenersi in Francia. Tra l’altro, nella tappa francese dovevano anche partecipare numerose squadre della OWL. Al momento non si sa se e quando riprenderanno le gare, in più potrebbe anche essere sospesa la competizione di Call of Duty League. Dalla Cina all’Italia molti eventi sono stati sospesi, non solo nell’ambito Esport, ma anche in quello puramente sportivo, culturale e ricreativo. L’unica speranza è quella di continuare la OWL in maniera streaming così da non perdere questo spazio di “normalità” nel mondo dell’Esport.

Quest’anno doveva essere il rilancio della competizione di Overwatch attraverso il progetto Homestand, ovvero portare nel mondo la Overwatch League con partite in casa e trasferta. Purtroppo il destino ha remato contro e dopo le prime polemiche arriva anche lo stop.

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti