Copertina

In quel di Philadelphia c’è stata la presentazione della futuristica Arena dedicata alla città e al team della Overwatch League dei Philadelphia Fusion. A presenziare la cerimonia: il sindaco, l’amministratore delegato dei Fusion Turker Roberts, il commissario della OWL Pete Vlastelica i giocatori del team omonimo e la mascotte Fusion Gritty!

Una cerimonia davvero sentita e affollata in cui hanno partecipato le massime autorità della città oltre che la stampa locale ed internazionale. L’occasione è la presentazione della Arena Fusion che sarà il nuovo centro nevralgico dell’eSport nella città di Phialdephia. L’Arena, progettata dallo studio di architettura Populus, avrà una capacità di 3.500 persone, con uffici di Xfinity Live per la stampa e il personale, bar, suite, poltrone tecnologiche e più di 10mila metri quadri di suolo calpestabile altamente tecnologico e con copertura wifi. Ovviamente sarà la sede dei Phialdephia Fusion e per i futuri appuntamenti della Overwatch League, ma questa arena ospiterà anche altri eventi esport. Il costo, ben 50 milioni di dollari e secondo le stime solo il primo anno frutterà un introito di 1 milione di dollari, e si stima che l’Arena quando sarà finita darà lavoro a 500 lavoratori in più. L’Arena verrà completata nel 2021.

Una opera monumentale e futuristica a cui la città vede sotto nuova luce il nascente mondo dell’esport. Lo stesso sindaco di Philadelphia Jim Kenney ha dichiarato: “Dato che gli esport continuano a crescere in tutto il mondo, Philadelphia vuole diventare un centro di competizione internazionale. Philadelphia è sempre attenta alla ricerca di nuovi modi innovativi per riunire le persone e la Fusion Arena farà proprio questo“. Il Senior Principal di Populus è certo che questo progetto sarà di ispirazione per le costruzioni future delle prossime Arene nel mondo dell’esport.

È intervenuto anche l’amministratore delegato dei Fusion Turker Roberts che ha confessato: “Ho pianto con mio padre quando l’anno scorso abbiamo partecipato alle Grand Finals della Overwatch League, perché questa è una vera relazione padre-figlio tra un padre che non pratica esport e un figlio che lo fa. È un momento che possiamo condividere. Man mano che il mondo dell’esport cresce ci saranno sempre più queste relazioni genitore-figlio, che sono alla base di un qualsiasi sport tradizionali e ora faranno parte anche dell’esport“.

I giocatori dei Fusion e Turker Roberts hanno simbolicamente scavato il primo solco, con pale firmate Philadelphia Fusion, in cui verrà posata la prima pietra della futuristica Arena. A fare la sua comparsa anche la prima mascotte in assoluto della Overwatch League, ovvero Fusion Gritty. Lo stesso Pete Vlastelica si è detto entusiasta di questo nuovo progetto e che anche se è il commissario della League e non dovrebbe tifare per nessuno, se fosse un fan vorrebbe far parte della fanbase di Philadelphia.

Nel frattempo questo 29 di settembre ci sarà la finalissima tra Vancouver Titans e San Francisco Shock proprio in quel di Philadelphia al Wells Fargo Center, che potete seguire su Twitch con cui sbloccare alcune ricompense.

Per favore Accedi per commentare
  Segui  
Notificami