Copertina

GSL vs the World 2019: riscatto dell’Europa in Corea

Scritto da Flavio "miaNonna" Rogledi 19 Agosto 2019

Al GSL vs the World è successo l’incredibile. Nessuna altra frase meglio può descrivere la sensazionale sequenza di eventi che ci ha portato a vedere una finale a dir poco storica. Nella splendida Seoul, infatti, due giocatori di nazionalità non coreana si sono portati a casa primo e secondo posto di uno dei tornei più prestigiosi dell’anno: Elazer e Serral hanno scritto la storia di StarCraft, e lo hanno fatto con grande stile.

Vi avevamo già parlato di questo torneo, del suo sistema di scelta per i giocatori e dello spettacolo che ci avrebbe potuto far vedere. Ma nemmeno il più abile degli analisti si sarebbe mai aspettato un risultato del genere.

Il bracket del GSL vs the World

Da una parte la certezza di Joona “Serral” Sotala, giocatore che abbiamo imparato a conoscere nel tempo come eterno vincitore. Lui, il finlandese che ha sconfitto i coreani, lui, il campione del mondo in carica di StarCraft II. Dall’altra parte l’underdog Mikolaj “Elazer” Ogonowski, quello che al torneo sembrava essere arrivato quasi “barando” (e ancora una volta vi invito a leggere il precedente articolo) e che ha voluto dimostrare a tutti di che pasta è fatto.

Il risultato alla fine è stato forse un po’ amaro. Si è spezzato il sogno del player che tutti davano per spacciato e che invece, sconfiggendo un incubo dopo l’altro, era riuscito a tornare in quella parte finale del bracket che da troppo tempo non raggiungeva. Ma allo stesso tempo è stato un finale giusto, che ha premiato il giocatore più forte. Non solo il più forte di questa competizione, o il migliore tra i due… semplicemente il più forte di tutti.

L’unico che sembra tenere testa a questo bestiale Serral è il nostro Reynor, che lo ha anche battuto ben due volte in due finali diverse. Questa volta però Riccardo si è fermato presto, sconfitto da un super Special che, nel terzo game, ha anche un po’ “scherzato” con la sua preda.

Il campione italiano non era al massimo della forma. Nell’ultimo periodo ha avuto mille impegni, mille tornei, e ci aspettavamo che non tutto potesse andare perfettamente. Ma siamo sicuri che avrà modo di vendicarsi e di tornare presto sul podio, magari direttamente al prossimo WCS, quello autunnale, che è quasi alle porte!

Per favore Accedi per commentare
  Segui  
Notificami