Copertina

Nella domenica appena passata è terminato il lungo percorso del torneo Intel Extreme Master Season XIII nella cornice di Katowice in Polonia. Il torneo iniziato il 25 febbraio ha visto un’intensa fase eliminatoria; infatti, dopo le staffette a doppie eliminazioni nel round 76, si è passati alla fase successiva in cui i vincenti si sono ritrovati suddivisi in quattro gruppi da 6 giocatori ciascuno. I primi classificati di ogni gruppo hanno avuto accesso automaticamente al round 8, mentre il 2° e 3° classificato di ogni gruppo è finito allo spareggio nel round 12.

Le varie fasi di scrematura hanno portato ad un clamoroso quanto inaspettato risultato: i quarti di finale hanno visto la sconfitta di uno dei favoriti, il finlandese Serral per 3-2 contro il coreano SoO (Zerg). Quest’ultimo è riuscito anche a superare la semifinale con un buon 3-1 contro herO e accedendo così alla finale; di contro, dall’altro lato, il suo rivale è stato il conterraneo Stats (Protoss).

ANALISI DELLA FINALE

La finalissima ha visto contrapporsi quindi Stats contro SoO in un favoloso PvZ. Il Protoss è riuscito a portarsi in vantaggio nei primi due match con un ottima armata di Persecutori e Immortali che hanno saputo tener testa al mass blatte del suo avversario per i primi due match. Sul 2-0 per il Protoss, lo Zerg reagisce rimontando lo svantaggio e riportandosi in parità. E qui c’è la svolta della partita: SoO rimane lucido e concentrato vincendo i successivi due match, ottenendo infine la vittoria per 4-2.

La composizione dello Zerg è stata costante per i primi due match con le sue Blatte e Laceratori, tuttavia dal 3° match qualcosa cambia in questa composizione e SoO aggiunge Idralische e Baneling per contrastare il Protoss. Al contrario, Stats gioca una composizione simile per tutte le partite, Immortali e Persecutori, alternati da Templari, Arconti e Zeloti. L’atteggiamento aggressivo del Protoss molte volte viene punito dall’ottimo ingaggio e difesa dello Zerg. L’ultimo match dura appena 7.38 minuti e l’incursione del Protoss non ottiene il risultato sperato. SoO conquista la vittoria ottenendo la coppa IEM Season XIII, un premio in denaro di 150.000$ e 3000 WCS Point e l’accesso per le prossime WCS Global Finals.

CONSIDERAZIONI FINALI

Il bilancio per gli occidentali in questo torneo è piuttosto negativo, solo un europeo e un americano, rispettivamente Serral e Neeb, accedono ai quarti di finale. Malissimo per la canadese Scarlett e il tedesco Lambo arrivati ultimi nel loro girone. Amarezza anche per l’unico italiano in gara: il nostro Riccardo “Reynor” Romiti non è riuscito a superare il match di qualificazione. Il suo avversario è stato il coreano Creator, che successivamente è riuscito ad accedere al gruppo A arrivando però ultimo. È ritornato il predominio coreano, almeno per questa competizione, in cui la razza Zerg è quella più giocata, vedremo se nelle prossime competizioni ci sarà di nuovo il ritorno di Serral o qualche altra sorpresa occidentale.

La finalissima tra Stats e SoO (PvZ)

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti