Copertina

Il Senior Producer di Warcraft III Reforged e dei Giochi Classici, Pete Stilwell, ha dichiarato su GameSpot che “Warcraft IV non è nei piani di Blizzard al momento“.

Questo non è decisamente sorprendente, visto il rinnovato e notevole impegno posto in Reforged, ma Stilwell ci tiene comunque a precisare: “non si può escludere nulla, ovviamente, ma al momento la nostra priorità è rendere ottimo Warcraft III Reforged“.

La campagna è forse la parte più migliorabile del gioco originale.

Invece BlizzardWatch ha avuto l’occasione di intervistare Michael Scipione e Tim Morten, rispettivamente Systems Game Designer e Production Director di Reforged. I due hanno ribadito nuovamente che la remastered di Warcraft III si concentrerà sul riportare l’esperienza originale del gioco.

Inoltre, uno dei principali focus dei cambiamenti è la de-generalizzazione degli asset originali di gioco: ad esempio, la statua di Re Terenas era assolutamente generica, in Reforged sarà effettivamente la sua statua. Questi sono i cambiamenti che ci si può aspettare nella campagna, insieme ai già citati “retcon” o dettagli aggiunti da WoW.

Anche i livelli di difficoltà sono in discussione, in quanto è probabile che rimangano ma non nella forma originale. Forse, saranno presi in considerazione addirittura nuovi livelli di sfida.

In una discussione forse più tecnica, IcyVeins ha invece raccolto le impressioni e punti di vista di Robert Bridenbecker, che ha curato soprattutto l’aspetto tecnico del titolo.

Bridenbecker ha specificato che, sebbene il cuore dell’engine sia lo stesso, il rendering e gli altri sistemi sono stati completamente rifatti. Allo stesso tempo, il vecchio codice non è stato eliminato, ma modificato per rendere Reforged e la versione classica compatibili.

L’IA e il pathfinding delle unità sono argomenti che verranno discussi con la community e i giocatori, in quanto molto più impattanti del bilanciamento numerico.

Fonte: gamespot, blizzardwatch, icyveins

Per favore Accedi per commentare
  Segui  
Notificami