World of Warcraft

Cataclysm Classic: tutte le novità in arrivo dal 21 maggio

cataclysm classic uldum

Cataclysm Classic partirà il 21 maggio e Blizzard ha rilasciato delle anteprime sulle novità principali in arrivo con questa espansione.

  • Dal 21 maggio saranno disponibili le sette nuove zone per il levelling: Kezan, Gilneas, Mount Hyjal/Monte Hyjal, Vashj’ir, Deepholm/Rocciafonda, Uldum e Twilight Highlands/Alture del Crepuscolo e nove nuove spedizioni:
  • Il 29 maggio partirà la stagione 9 PvP e sarà aperto anche il nuovo Campo di Battaglia Tol Barad.
    • Tol Barad è uno speciale Campo di Battaglia da 80 vs 80 giocatori, raggiungibile tramite i portali a Stormwind/Roccavento e a Orgrimmar, o tramite il teletrasporto. Tol Barad offre una modalità di gioco da “conquista il punto di cattura” e per vincere la fazione attaccante deve riuscire a prendere possesso di tutte e tre le fortezze entro 15 minuti, se non riesce verrà attribuita la vittoria alla fazione in difesa.
  • Il 31 maggio saranno aperte le tre incursioni The Bastion of Twilight/Bastione del Crepuscolo, Blackwing Descent/Sotterranei dell’Ala Nera e Throne of the Four Winds/Trono dei Quattro Venti.

Per tutti gli ulteriori dettagli vi lasciamo ai bluepost. Pronti per l’arrivo di Cataclysm Classic?

Cataclysm Classic offre sette nuove zone da esplorare, nove spedizioni nuove e molto altro a partire dalle 00:00 CEST del 21 maggio in tutto il mondo. Il 29 maggio introduce anche l’inizio di una nuova Stagione PvP, seguito dall’apertura di tre incursioni alle 00:00 CEST del 31 maggio in tutto il mondo. Parti per un viaggio in queste terre distrutte ed esplora le profondità di ciò che questa esperienza di Classic ha da offrire.

Un Goblin a cavallo di un cammello grigio in un paesaggio desertico

Ecco cosa c’è in arrivo:

  • Sette nuove zone: Kezan (ora disponibile), Gilneas (ora disponibile), Mount Hyjal, Vashj’ir, Twilight Highlands, Uldum e Deepholm.
  • Nove nuove spedizioni: Blackrock Caverns, Throne of the Tides, Vortex Pinnacle, The Stonecore, The Lost City of Tol’vir, The Halls of Origination, Grim Batol, Deadmines e Shadowfang Keep.
  • Stagione 9 del PvP, con arene e campi di battaglia classificati.
  • Tre nuove incursioni per la Stagione 9: The Bastion of Twilight, Blackwing Descent e Throne of the Four Winds.

Panoramica delle zone di Cataclysm Classic

NEM1RBAVHNLE1715460457851

Nel loro viaggio attraverso le terre riplasmate di Azeroth in Cataclysm Classic, gli avventurieri scopriranno sette nuove zone, ciascuna foriera di sfide e storie uniche.

  • Kezan: zona di partenza dei Goblin (ora disponibile)
    Zona di partenza della razza dei Goblin, Kezan è un’isola tropicale trasformata in una centrale industriale. I personaggi scopriranno la cultura intraprendente e orientata al profitto dei Goblin, prima che l’instabile vulcano dell’isola erutti.
  • Gilneas: zona di partenza dei Worgen (ora disponibile)
    Terra avvolta dal mistero, Gilneas è la zona di partenza della razza dei Worgen. Qui, i personaggi scopriranno la maledizione che trasforma gli abitanti in bestie feroci e la loro lotta per riconquistare la loro terra natale.
  • Mount Hyjal(80-82)
    Considerato un luogo sacro dagli Elfi della Notte, il Mount Hyjal è stato messo sotto assedio da Ragnaros, che vuole bruciare il World Tree Nordrassil. Gli eroi sono chiamati ad aiutare i Guardians of Hyjal, una nuova fazione impegnata nella protezione di quest’antica terra.
  • Vashj’ir (80-82)
    Vashj’ir è una vasta zona subacquea, un regno sommerso ricco di vita acquatica e dei resti della civiltà perduta degli Alti Nobili. I personaggi dovranno nuotare tra le sue profondità, scoprendo i misteri dei Naga e della loro regina, Azshara.
  • Deepholm (82-83)
    Situata nell’Elemental Plane, Deepholm è il regno di Therazane the Stonemother. È da qui che Deathwing è partito nel suo cataclismico ritorno su Azeroth.
  • Uldum (83-84)
    Uldum è una terra di vasti deserti e architetture monumentali. Conserva i segreti dei Titani ed è un trofeo ambito dal malvagio Deathwing e dai suoi alleati per i potenti manufatti che custodisce.
  • Twilight Highlands (84-85)
    Casa dei Nani Wildhammer e degli Orchi Dragonmaw, le Twilight Highlands sono dilaniate dal conflitto. La zona ospita anche l’ingresso del Bastion of Twilight, dove Cho’gall e il suo culto Twilight’s Hammer hanno deciso di risiedere.

Ogni zona offre uno sguardo unico sulla storia del mondo e presenta diverse missioni, spedizioni e incursioni. Attraversando queste terre, gli avventurieri assisteranno alla devastazione portata da Deathwing e si uniranno alle forze che difendono Azeroth per ristabilire l’equilibrio.


Scendere in profondità: panoramica delle spedizioni

Stanza sott'acqua del Throne of Tides
Boss elementale del vento nella City of Tol'vir

Preparati ad affrontare nove nuove spedizioni in Cataclysm Classic: Blackrock Caverns, Throne of the Tides, Vortex Pinnacle, The Stonecore, The Lost City of Tol’vir, The Halls of Origination, Grim Batol, Deadmines e Shadowfang Keep. Puoi saperne di più su ogni boss, sulle sue abilità e sul bottino che rilascia una volta sconfitto leggendo il Dungeon Journal in gioco (MAIUSC+J). Tutte le spedizioni sono disponibili in modalità Eroica per i personaggi di livello massimo (85).

Blackrock Caverns

Voci dicono che Deathwing in persona scavò questo labirinto sotterraneo che consente al Twilight’s Hammer di trasportare segretamente elementali dal maestoso Mount Hyjal a Blackrock Mountain. Centro vitale di questa rete segreta, le Blackrock Caverns contengono la forgia e alcuni tra i più atroci esperimenti del culto, inclusa la trasformazione dei cultisti in Twilight Dragonkin.

Zona: Burning Steppes
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 80+
Boss: 5

  • Rom’ogg Bonecrusher: Appartenente a una strana razza di Ogre delle Outland, Rom’ogg Bonecrusher colpì i cultisti del Twilight’s Hammer per la spietatezza con cui trattava gli altri Ogre. Ora tiranneggia nella Chamber of Incineration, dove può saziare la sua fame di supplizi.
  • Corla, Herald of Twilight: Un tempo affermata Maga del Kirin Tor, Corla ora serve con profonda dedizione il Twilight’s Hammer. Benedice i fanatici compagni infondendo in loro essenze di drago fatuo per trasformarli in minacciosi Twilight Drakonid.
  • Karsh Steelbender: L’enorme draconide Karsh Steelbender lavora duramente alla Twilight Forge, plasmando il raro argentovivo per costruire potenti armi da guerra. Sebbene i manufatti di Karsh siano quasi infrangibili in normali circostanze, ad alte temperature diventano fragili come il ferro arrugginito.
  • Beauty: Il passato di Beauty è un racconto vecchio come il tempo, una canzone che si perde tra le rime. Dopo che Beast, il compagno di Beauty, fu assassinato dagli eroi a Blackrock Spire, il segugio e i quattro cuccioli rimasti si unirono alle forze del Twilight’s Hammer, con l’intento di vendicarlo.
  • Ascendant Lord Obsidius: Al potente Sciamano Dessirik the Depraved fu concessa l’ascensione grazie alla sua profonda devozione e crudeltà: questo oscuro rituale lo infuse del potere degli elementi, trasformandolo in una mostruosità nota col nome di Ascendant Lord Obsidius.

Deadmines

Si mormora che un terzo del tesoro di Stormwind provenisse dai giacimenti d’oro delle Deadmines. Il subbuglio generato dalla First War portò all’abbandono delle miniere. Col passare del tempo si cominciò a sospettare che fossero stregate, fino a quando la Defias Brotherhood, un gruppo di ex lavoratori diventati briganti, rivendicò il labirinto come base operativa per le proprie losche attività contro Stormwind.

Zona: Westfall
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 10+ in modalità Normale (ora disponibile)

Boss: 5

  • Glubtok: In un eccesso d’ira, Glubtok scatenò tutte le sue potenti abilità magiche e ridusse il suo tumulo in cenere. Voci di questo talento distruttivo giunsero ai Defias, che assunsero il massiccio Mago Ogre come supervisore dei lavoratori delle Deadmines.
  • Helix Gearbreaker: Un tempo artigiano del Bilgewater Cartel, a Helix fu offerta una somma immensa per lavorare per la Defias Brotherhood, una cifra impossibile da guadagnare come semplice ingegnere dell’Orda. Accettò subito il lavoro, dimenticandosi della lealtà giurata ai vecchi compagni… atteggiamento tipico di ogni Goblin intraprendente.
  • Foe Reaper 5000: Gli ingegneri dei Defias hanno passato intere giornate a perfezionare un nuovo modello di falciatore basato sull’unità Foe Reaper 4000. Una volta completato, la fratellanza è certa che questo terrore meccanizzato sia in grado di fare a pezzi l’esercito di Stormwind, proprio come una falce miete il frumento.
  • Admiral Ripsnarl: Quando James Harrington fu infettato dalla maledizione dei Worgen, in una sola notte la sua sete di sangue distrusse la sua amata famiglia e rovinò la sua carriera. Cambiatosi il nome in Ripsnarl, fuggì nelle Westfall e in seguito accettò di mettersi al comando della gigantesca nave della Defias Brotherhood.
  • “Captain” Cookie: Cookie si proclamò il nuovo capitano della Defias Brotherhood dopo la morte del precedente comandante, mantenendo comunque i propri impegni ufficiali come capo cuoco. Chiunque osi mettere in dubbio la legittimità del suo titolo rischia gravi intossicazioni alimentari.

Shadowfang Keep

A picco sul Pyrewood Village, nei boschi meridionali della Silverpine Forest, Shadowfang Keep proietta un’ombra buia quanto il suo retaggio. Forze sinistre occupano le sue rovine, un tempo dimora dei Worgen del folle Archmage Arugal. L’ombra irrequieta del Baron Silverlaine indugia ancora tra le sue mura, mentre Lord Godfrey e i suoi cospiratori, un tempo nobili di Gilneas, complottano contro i loro nemici sia viventi che Non Morti.

Zona: Silverpine Forest
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 11+ in modalità Normale (ora disponibile)

Boss: 5

  • Baron Ashbury: Ucciso dai Worgen e rianimato nella non morte dai Forsaken, il traditore Baron Ashbury gioca con i propri nemici, tenendoli vivi per infliggere loro il massimo della sofferenza e del dolore.
  • Baron Silverlaine: Il Baron Silverlaine era il padrone del forte prima che fosse preso dai Worgen di Arugal. Ora il suo spirito maledetto ha richiesto l’aiuto delle bestie lupo che l’avevano massacrato, per punire chiunque si addentri nella sua dimora.
  • Commander Springvale: Soldato fedele, il fantasma del Commander Springvale tormenta la sala del concilio; utilizza i suoi empi attacchi per vendicare il suo signore, Baron Silverlaine.
  • Lord Walden: Braccio destro di Lord Godfrey, l’arrogante Lord Walden giurò solennemente di servire il suo compatriota fin oltre alla morte. Fedele alla parola data, Walden è ora un Non Morto e attacca gli avversari con ghiaccio e veleno.
  • Lord Godfrey: Grazie al suo passato di nobile Gilneano e agente dei Forsaken, Lord Godfrey è temuto per la scaltrezza e per la velocità delle sue doppie pistole, oltre che per i Ghoul carnivori e implacabili di cui è al comando.

Grim Batol

Il misero aspetto esteriore di Grim Batol non deve ingannare: gran parte delle camere della fortezza sono sepolte sotto le Twilight Highlands. Un tempo roccaforte dei Nani Wildhammer e successivamente utilizzata dagli Orchi come prigione per Alexstrasza, la città è ora nelle grinfie dei cultisti del Twilight’s Hammer.

Gli eroi abbastanza coraggiosi da penetrare nelle sue profondità dovranno affrontare gli agenti di Deathwing e contrastare il misterioso maligno ivi celato.

Zona: Twilight Highlands
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 84+

Boss: 4

  • General Umbriss: In seguito all’assalto alle porte di Grim Batol per opera degli eroi di Azeroth e dei loro alleati Draghi Rossi, il malefico General Umbriss si mise al comando dei cultisti della fortezza e dei Draghibestia del Crepuscolo.
  • Forgemaster Throngus: Fabbro al servizio del culto del Twilight’s Hammer, questo massiccio Ettin è impaziente di usare le armi e le armature che si è forgiato per annientare gli intrusi.
  • Drahga Shadowburner: Questo emissario del Twilight’s Hammer è giunto in missione dal Bastion of Twilight. Se gli eroici combattenti dovessero avere la meglio sui suoi ardenti servitori, Drahga scatenerebbe tutto il suo potenziale contro i difensori di Azeroth.
  • Erudax, the Duke of Below: Deathwing ha schierato uno dei suoi più grandi luogotenenti per carpire il segreto protetto fino alla morte da numerosi Draghi Rossi. Dal reame cavernoso di Deepholm, questo generale dei Senzavolto sfrutta il nuovo potere draconico per disintegrare chiunque sia così sciocco da sfidarlo.

Halls of Origination

Costruite dai grandi Titani, le Halls of Origination sono colme di antiche reliquie protette da terribili guardiani. Si narra che il complesso sia anche sede di un’arma devastante capace di riforgiare la vita su Azeroth. Deathwing si è mosso per ottenere questo terrificante congegno attraverso il suo agente, Al’Akir the Windlord. Finora Deathwing è riuscito a distruggere completamente i sistemi di comunicazione della struttura, ma ancora non ha messo le sue grinfie sull’arma.

Zona: Uldum
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 83+

Boss: 6

  • Temple Guardian Anhuur: Negli ultimi giorni d’utilizzo delle Halls of Origination da parte dei Titani, il Temple Guardian Anhuur venne dotato della forza necessaria per controllare la Luce. Con questo potere, fu incaricato di giudicare la purezza di chiunque si addentrasse nella struttura.
  • Earthrager Ptah: La sabbia intorno alla tomba dell’Earthrager Ptah è ricoperta dalle ossa delle creature purificate da Anhuur. Si dice che Ptah possa far compiere il proprio volere a questi resti, scagliandoli contro chiunque riesca a oltrepassare la prima linea difensiva della struttura.
  • Anraphet: L’unità di manutenzione Anraphet fu creata per difendere i meccanismi interni delle Halls of Origination. Nell’eventualità che la struttura venga contaminata da entità esterne, Anraphet attuerà i programmi progettati per annientare gli intrusi. A qualunque costo.
  • Isiset, Construct of Magic: Isiset ha la funzione di regolare le energie arcane contenute e prodotte dalle Halls of Origination. La leggenda vuole che questa creatura rimase incantata dalla sua stessa maestria arcana e dalla perfezione che sembra donarle.
  • Ammunae, Construct of Life: Sebbene sia stato progettato per riportare Azeroth ai suoi elementi di base, il sistema all’interno delle Halls of Origination può anche creare nuova vita. Il costrutto Ammunae regola le energie naturali che scorrono nella struttura, per assicurare che la vita possa esistere in una Azeroth riforgiata.
  • Setesh, Construct of Destruction: Dato lo scopo delle Halls of Origination, i Titani ritennero necessario creare Setesh, un costrutto in grado di mantenere il dominio sui poteri della distruzione. Se mai Setesh dovesse cedere alla corruzione, le conseguenze sarebbero disastrose.
  • Rajh, Construct of Sun: Rajh supervisiona le energie che hanno dato vita e morte a molti della sua razza. Considerato il più potente tra i suoi compagni, Rajh ha la capacità di scatenare la potenza di mille soli su Azeroth.

Lost City of the Tol’vir

Lost City of the Tol’vir è la roccaforte dei Neferset, una fazione di Tol’vir dalle sembianze feline che ha giurato fedeltà a Deathwing in cambio di una cura per questa Maledizione della Carne, che ha trasformato la loro scorza coriacea in morbida pelle. Guariti dalla maledizione, i Tol’vir si sono ribellati al loro benefattore, anche se rimangono irrevocabilmente perversi e ostili a causa del patto oscuro che hanno stretto.

Zona: Uldum
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 83+

Boss: 4

  • General Husam: I Titani stessi designarono il General Husam come uno dei più importanti guardiani di Uldum. Dopo che Siamat, Lord of the South Wind, ebbe curato la Maledizione della Carne dei Tol’vir di Neferset, Husam guidò una ribellione che culminò nell’imprigionamento dell’Elementale dell’Aria.
  • Lockmaw: Durante la caotica insurrezione dei Tol’vir di Neferset contro Siamat, il pigmeo Augh rubò tutti i tesori che trovò dall’antica città. Tra i suoi simili, Augh è rispettato sia per la sua scaltrezza sia per il suo famiglio crocolisco, Lockmaw.
  • High Prophet Barim: High Prophet Barim è l’ombroso capo spirituale dei Neferset. Insieme al General Husam, radunò e schierò la sua gente contro Siamat, imprigionando l’Elementale dell’Aria. Malgrado questo, alcune forze oscure spingono ancora Barim e i suoi seguaci a terrorizzare Uldum.
  • Siamat: L’epurazione della Maledizione della Carne dei Tol’vir di Neferset lasciò il terribile elementale senza energie. Fu in questo momento di vulnerabilità che i Tol’vir bloccarono e imprigionarono Siamat al centro dell’antica città sferzata dalle sabbie.

All’interno del Temple of Earth, chiuso nel cuore di Deepholm, giace Stonecore. Fu dentro queste caverne che il Twilight’s Hammer lavorò duramente per costruire un’armatura di elementio per Deathwing, nel tentativo di contenere la sua tormentata forma fisica. Come rinato a nuova vita, Deathwing è risalito su Azeroth, distruggendo il World Pillar e destabilizzando l’intera regione di Deepholm.

Zona: Deepholm
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 81+

Boss: 4

  • Corborus: Deathwing schiavizzò l’enorme cicloverme Corborus e lo mise a dissotterrare le grandi quantità di elementio necessarie per farsi forgiare una nuova corazza. Tuttavia, con la scomparsa di Deathwing, la rabbia di Corborus è esplosa e ora vaga per Stonecore in preda a una furia cieca.
  • Slabhide: Deathwing, in quanto Aspect of Earth e grazie ai poteri amplificati dagli Old God, riuscì facilmente a imporre il proprio dominio sui Dragoni di Pietra di Deepholm, costringendoli a servire il Twilight’s Hammer. Uno dei più ambiziosi di questi, Slabhide, spera di guadagnarsi il favore di Deathwing sterminando chiunque sia così stolto da addentrarsi a Stonecore.
  • Ozruk: Ozruk detiene il ruolo di guardiano di Stonecore sin dai tempi della creazione di Deepholm. Nessuno sa perché sia rimasto in questo luogo, ma Ozruk sembra convinto che chiunque si opponga a Deathwing sia una minaccia per Deepholm, e pertanto debba essere distrutto.
  • High Priestess Azil: High Priestess Azil è una dei pochi sopravvissuti all’unione con gli oscuri maestri del culto del Twilight’s Hammer, anche se tutto ciò ha gravemente minato la sua sanità mentale. Infonde terrore nei cultisti di rango inferiore in modo che si sacrifichino senza alcuna esitazione quando i loro maestri lo ordinano.

Throne of the Tides

Nelle profondità senza fondo dell’Abyssal Maw giace il Throne of the Tides. Da qui, il granSignore Elementale Neptulon the Tidehunter ha sorvegliato e protetto il suo regno acquatico per generazioni. Adesso si trova costretto ad affrontare la sua più grande sfida: una forza di Naga e malefici Senza Volto tentano di deporlo per depredare il suo reame e i suoi antichi segreti.

Zona: Vashj’ir (Abyssal Depths)
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 80+
Boss: 4

  • Lady Naz’jar: Lady Naz’jar giocò un ruolo vitale nello scacciare i brutali Kvaldir da Vashj’ir, guadagnandosi i favori della Queen Azshara. In tempi recenti, Naz’jar ha capeggiato l’assalto contro Neptulon ed è riuscita a confinare il potente Signore Elementale nella sua stanza del trono.
  • Commander Ulthok, the Festering Prince: Ulthok è un essere primordiale, inviato dagli Old God per aiutare Lady Naz’jar nell’invasione del Throne of Tides. Dotato di sinistri poteri, Ulthok comanda intere legioni di Senzavolto, nascosti nelle più profonde fosse attorno a Vashj’ir.
  • Mindbender Ghur’sha: In seguito ai coraggiosi sforzi compiuti all’Abyssal Breach, Erunak Stonespeaker, Sciamano dell’Earthen Ring, fu rapito dalle forze Naga e schiavizzato dal Mindbender Ghur’sha. Si teme che questa aberrazione parassitica abbia preso il pieno controllo della volontà di Erunak, nonché delle sue devastanti abilità sciamaniche.
  • Ozumat: I racconti di un mostruoso kraken che terrorizza il mare aperto di Azeroth erano un tempo considerati pura mitologia… ma ora non è più così. Con qualche oscuro mezzo, i Naga hanno assoggettato alla loro volontà Ozumat, il patriarca di tutti i kraken, scatenandolo contro Neptulon e i suoi seguaci.

Vortex Pinnacle

Il Vortex Pinnacle si erge sul Piano Elementale di Skywall. Le sue costruzioni eleganti, coronate da bronzo e oro, fluttuano in cima a piattaforme connesse da pura aria. Eppure, dietro alla sua bellezza esteriore, il pinnacolo è la dimora dei Tol’vir di Neferset e delle spietate legioni elementali di Al’Akir the Windlord. Fintantoché la barriera tra Skywall e Azeroth rimarrà aperta, il terrore si riverserà su Uldum dall’alto dei cieli.

Zona: Uldum
Modalità: Normale, Eroica
Livello: 82+

Boss: 3

  • Grand Vizier Ertan: Sotto il comando del suo padrone Asaad, Ertan difende il Vortex Pinnacle contro qualsiasi terrestre osi introdursi nel regno. Per adempiere ai propri compiti, al nobile elementale è stata concessa la padronanza delle forze primordiali del fulmine e del vento.
  • Altairus: L’immenso Dragone della Tempesta Altairus mantiene una sorveglianza inflessibile sorvolando le piattaforme del Vortex Pinnacle. Le più intense energie delle tempeste pulsano all’interno di questo essere, che pare sia anche in grado di comandare le correnti d’aria che soffiano sulla fortezza elementale.
  • Asaad, Caliph of Zephyrs: Il terribile elementale Asaad fu nominato guardiano del Vortex Pinnacle da Al’Akir in persona. Con Siamat prigioniero dei Tol’vir di Neferset, Asaad spera di ascendere al Conclave of Wind se porterà a termine con successo il suo incarico.

La Stagione 9 del PvP inizia il 29 maggio

Preparati ad affrontare una nuova Stagione PvP a partire dal riavvio settimanale. I giocatori e le giocatrici potranno radunare la loro squadra per affrontare le sfide delle arene e dei campi di battaglia classificati per ottenere Conquest Point da spendere per equipaggiamenti PvP nuovi o più potenti.

La Stagione 9 getta le basi per un’esperienza PvP dinamica.


Nuove incursioni: la battaglia inizia il 31 maggio

3ZPNKQ4BJSDI1715461158855

A partire dalle 00:00 CEST del 31 maggio in tutto il mondo, i personaggi di livello 85 potranno fare i loro primi passi in tre incursioni: The Bastion of Twilight, Blackwing Descent e Throne of the Four Winds.

The Bastion of Twilight

Il Bastion of Twilight è l’oscuro simbolo della costante presenza degli Old God su Azeroth. Insieme al loro perfido capo Cho’gall, varie fazioni del Twilight’s Hammer popolano le profondità della torre, considerato il più importante centro di comando del culto. Da lì, lui e i suoi servi cospirano per trasformare le visioni apocalittiche degli Old Gods in realtà, strappando da Azeroth ogni forma di sanità, speranza e vita.

Zona: Twilight Highlands
Modalità: (10) Normale, (10) Eroica, (25) Normale, (25) Eroica
Boss: 4

  • Halfus Wyrmbreaker: Infuso di poteri e tempra soprannaturali da Cho’gall, l’Ettin Halfus Wyrmbreaker cattura i draghi per usarli come ingredienti nei rituali del Twilight’s Hammer. A tal fine, ha ridotto in schiavitù un immenso Proto-Drago per aiutarlo a cacciare altre prede alate.
  • Theralion e Valiona: Portati magicamente all’età adulta, Valiona e Theralion sarebbero dovuti divenire i primogeniti di una nuova generazione di Draghi del Crepuscolo, con cui distruggere la vita su Azeroth. Invece, sprecano i loro incredibili poteri litigando e lottando tra di loro.
  • Ascendant Council: I più potenti cultisti del Twilight’s Hammer assumono la forma di esseri elementali; per questo i membri dell’Ascendant Council hanno da lungo tempo dimenticato la loro precedente vita da meri esseri mortali. Dal loro santuario oscuro essi selezionano i nuovi candidati all’ascesa.
  • Cho’gall: Sotto il controllo di Cho’gall, il clan orchesco del Twilight’s Hammer fu trasformato in un culto omicida ossessionato dagli Dei Antichi e dal loro araldo, Deathwing. Un contatto così profondo con il suo maestro oscuro ha distorto orribilmente la mente e il corpo di Cho’gall.

Blackwing Descent

Si credeva che Nefarian e i suoi perversi tentativi di creare una nuova razza di draghi fossero finiti con la sua morte nella Blackwing Lair. Invece, notizie recenti affermano che suo padre, Deathwing, lo ha resuscitato per consentirgli di continuare i suoi esperimenti nel Blackwing Descent. Si pensa che i macabri esperimenti condotti nelle sue viscere siano di un livello di perfidia tale da superare di gran lunga i suoi precedenti crimini contro la natura.

Zona: Burning Steppes
Modalità: (10) Normale, (10) Eroica, (25) Normale, (25) Eroica
Boss: 6

  • Omnotron Defense System: L’Omnotron Defense System è noto come la più grande meraviglia tecnologica dei Nani Ferroscuro. Quando Nefarian arrivò nel Blackwing Descent, riprogrammò il sistema danneggiato per annientare chiunque si addentrasse nei laboratori.
  • Magmaw: Magmaw è un verme della lava colossale, evocato secoli fa dalle Firelands dai Ferroscuro, servitori di Ragnaros. Nefarian considera Magmaw una seccatura, ma ha preso gusto a nutrirlo con i risultati dei suoi esperimenti falliti… e con i suoi servitori meno capaci.
  • Atramedes: Atramedes, o Experiment 25463-D, è il tentativo fallito di implementare dei sensi potenziati in un cucciolo di Drago Nero. L’unguento tossico che gli è stato applicato l’ha privato della vista, costringendolo a sopravvivere basandosi solo sull’udito e sull’olfatto. Una storia davvero tragica… se Atramedes non fosse così malvagio.
  • Chimaeron: Terrificante. Brutto. Malvagio. Uccidilo.
  • Maloriak: L’Umano Malory era un brillante alchimista finché non fu rapito da Nefarian, che fuse il suo corpo con un Dragobestia. Il risultato, Maloriak, è quello di un maldestro servitore che possiede solo un barlume della sua passata intelligenza.
  • Nefarian’s End: Il figlio di Deathwing, Nefarian, divenne tristemente noto per i suoi raccapriccianti tentativi di creare i Draghi Cromatici per mezzo delle essenze dei vari stormi di draghi di Azeroth. Dopo la sua morte nella Blackwing Lair, fu rianimato e incaricato da Deathwing di continuare i suoi insidiosi esperimenti.

Throne of the Four Winds

Il Throne of the Four Winds, covo personale di Al’Akir the Windlord, fluttua alto nelle vastità di Skywall. Ora che le barriere dell’Elemental Plane sono state infrante, Al’Akir è libero di viaggiare a suo piacimento tra i venti di Azeroth. Ha radunato le sue violente tempeste per annientare la vita a Uldum e assumere il controllo delle misteriose Halls of Origination.

Zona: Uldum
Modalità: (10) Normale, (10) Eroica, (25) Normale, (25) Eroica
Boss: 2

  • The Conclave of Wind: Con Siamat, Lord of the South Wind, imprigionato dai Tol’vir di Neferset, i luogotenenti di Al’Akir scalpitano per entrare nel Conclave of Wind. Gli altri membri del Conclave of Wind sono: Anshal, Lord of the West Wind, le cui brezze possono curare gli alleati o avvelenare i nemici; Rohash, Lord of the East Wind, le cui tempeste possono ridurre le montagne in polvere; Nezir, Lord of the North Wind, le cui raffiche gelide hanno spezzato più vite degli altri venti assieme.
  • Al’Akir: Dotato di grande intelligenza e scaltrezza, Al’Akir the Windlord fu in passato lo stratega più importante dell’orrido esercito degli Old God. In seguito al Cataclisma, si è alleato con Deathwing e ha ritorto i suoi poteri divini contro gli antichi nemici degli Elementali dell’Aria: i Tol’vir.

Esplora le terre tumultuose di Azeroth e scopri le zone riplasmate dalla furia elementale e le spedizioni dense di pericoli inimmaginabili. L’inizio della Stagione 9 del PvP apre un’era di nuove e feroci competizioni, dove ogni battaglia è una prova di abilità e strategia. La chiamata alle armi di Azeroth risuona chiara e forte, e invita i suoi campioni ad alzarsi e a incidere i propri trionfi nella terra stessa. Non vediamo l’ora di scoprire le tue prossime avventure.


Tol Barad è un’isola al largo degli Eastern Kingdoms, una terra storica ambita dai capi dell’Orda e dell’Alleanza. La sua posizione, isolata e strategica, ne fa una roccaforte militare ideale da cui partire all’attacco. In World of Warcraft®: Cataclysm Classic™, qui si svolge una battaglia per il controllo di questo prezioso territorio. Dovessi trionfare, ti aspettano ricompense uniche.


La battaglia di Tol Barad

Come a Wintergrasp in Wrath of the Lich King Classic™, Tol Barad sarà un campo di battaglia 80 vs 80. Raggiungibile tramite i portali a Stormwind e a Orgrimmar, o tramite il teletrasporto o il portale offerto da un Mago a livello 85, Tol Barad ammette fino a ottanta personaggi per fazione, che si affrontano in combattimenti brutale su tutta la superficie dell’isola. Le battaglie iniziano ogni due ore e mezza, offrendo alla fazione all’attacco un’opportunità per conquistare il territorio.

4UYQ5C1JN8MR1715734080321

Tol Barad offre una modalità di gioco da “conquista il punto di cattura”. Ci sono tre fortezze e tre torri da difendere. Se vengono distrutte dagli attaccanti, le torri aggiungono cinque minuti ciascuna alla durata standard della battaglia, che è di quindici minuti. Per vincere, gli attaccanti devono catturare e controllare tutte e tre le fortezze. Se le fortezze non vengono conquistate dalle forze all’attacco, allora è la fazione in difesa che può proclamare la vittoria a Tol Barad. Come in Eye of the Storm, a Tol Barad è il numero di personaggi nelle vicinanze del punto da catturare a determinare chi lo stia conquistando. Ma c’è un dettaglio in più: ogni volta che un membro della tua fazione viene ucciso nelle vicinanze di una fortezza, una barra di scorrimento si sposta leggermente in favore della fazione opposta. Quindi, non è solo la quantità di personaggi nell’area a determinare chi la stia controllando, ma anche il numero di uccisioni contribuisce al processo della cattura.

Per distruggere le torri dei difensori, gli attaccanti avranno accesso a un nuovissimo tipo di macchina da guerra: la Abandoned Siege Engine. Sei di queste Siege Engine saranno sparpagliate per la mappa e potranno essere utilizzate per bombardare le torri. Diversamente dalle Siege Engine di Wintergrasp, questa macchine non possono attaccare i personaggi o gli altri edifici mentre vengono guidate: bisogna portarle a portata di una torre e saltarne fuori, permettendo al veicolo di trasformarsi in un cannone automatico d’assedio. Ogni Abandoned Siege Engine continuerà a sparare contro la torre più vicina a portata finché non verrà distrutta dalle forze avversarie.


Il vincitore prende tutto

PXQDGK5X7IGC1715734527228

I personaggi che vincono la battaglia per Tol Barad vengono ricompensati con Honor Point, oltre ai Tol Barad Commendation. Questi Commendation possono essere usati come valuta con le nuove reputazioni presso i mercanti che vendono oggetti rari ed epici, cavalcature e molto altro.


Baradin Hold

Come per Vault of Archavon, Tol Barad darà la possibilità ai giocatori di creare un gruppo d’incursione e abbattere le bestie feroci imprigionate dentro Baradin Hold, quando sarà disponibile (dopo l’inizio della Stagione 9 del PvP), per ottenere in cambio preziose ricompense.


Sbarcare il lunario con le missioni

A parte la battaglia per il controllo di Tol Barad, ci sono molte missioni disponibili per entrambe le fazioni sull’isola principale di Tol Barad Peninsula. I membri dell’Orda aiuteranno la nuova fazione Hellscream’s Reach, impegnata per il controllo di Tol Barad. A contrastarli ci sono i Baradin’s Wardens, la fazione dell’Alleanza interessata a controllare lo stesso territorio. Dodici missioni uniche vengono offerte ogni giorno e sono disponibili per entrambe le fazioni, a prescindere da quale stia controllando il campo di battaglia in quel momento. Completare queste missioni fornisce esperienza, oro e Tol Barad Commendation. Completando i vari incarichi, i personaggi players impareranno a conoscere i pericolosi detenuti imprigionati a Tol Barad e il motivo per cui questa terra isolata è così importante per la Hellscream’s Reach e i Baradin’s Wardens. Inoltre, l’aumento della reputazione con queste nuove fazioni garantirà l’accesso a incredibili ricompense.


Con una posta in gioco tanto grande a seguito del Cataclisma, Tol Barad sarà un obiettivo fondamentale per l’Orda e per l’Alleanza, ma spetterà a te aiutare a determinare quale fazione renderà l’isola il più grande porto militare degli Eastern Kingdoms.



Davide "Grallen" Fontemaggi

About Author

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti