Copertina

La stagione regolare della Overwatch League è finalmente giunta al termine. Le ultime settimane hanno confermato quello che si era già delineato qualche mesetto fa, con solo qualche sorpresa nella parte alta della classifica.

L’analisi. La Overwatch League è iniziata sotto i migliori auspici, questo doveva essere il rilancio della competizione Esport per eccellenza di casa Blizzard con la partenza delle partite dal vivo che avrebbero girato tutto il mondo in stadi dedicati apposta alle varie squadre della OWL. Purtroppo l’emergenza COVID-19 ha cancellato tutto questo, sospendendo inizialmente le gare tra febbraio e marzo, poi riprendendole attraverso la competizione virtuale. Tra ritardi e cancellazioni, sicuramente il terremoto più grande è stato quello in casa dei Vancouver Titans. L’intero team canadese ha dato forfait in cui tutti i giocatori, in una lettera aperta, hanno manifestato il loro dissenso nei confronti dell’organizzazione della OWL.

I Vancouver Titans erano tra i primi posti e si erano ripromessi di vincere questa season dopo aver sfiorato la vittoria l’anno precedente. Invece è successo tutto il contrario con l’organizzazione dei Titans che ha dovuto ripiegare su giocatori di fortuna e seconde scelte, la squadra canadese ha scavato la classifica risultando tra le peggiori. A sorpresa anche i Boston Uprising hanno subito la competizione finendo in fondo la classifica. Se l’anno scorso il fanalino di coda erano gli Shanghai Dragons, quest’anno sono stati i ragazzi di Boston. E a proposito di Dragons sono proprio loro ad aver stracciato questa season giungendo al primo posto dopo poche giornate. Inseguiti da Fusion e Shock, gli Shanghai Dragons hanno retto bene ad ogni settimana riuscendo a strappare un risultato più che positivo.

Il passaggio della Overwatch League da Twitch a YouTube ha lasciato scontenti molti, per via della perdita delle ricompense ottenibili guardando lo streaming. Effettivamente l’esordio della OWL su YouTube non è stato dei migliori, con continui problemi tecnici, cali di frame, disconnessioni e latenze. Ma Blizzard e YouTube hanno saputo aggiustare la mira offrendo una ottima qualità delle partite in HD. L’accordo tra le due aziende sembra essere più forte che mai, ma tutt’oggi non si hanno ancora dei dati completi su quanti spettatori effettivi ci siano. Il calcolo è complesso e non si può guardare solo ai numeri di YouTube, dato che in altre nazioni la competizione della OWL viene visionata su altri canali e piattaforme dedicate.

Playoff e Grand Finals. Ora è tempo di pensare ai Playoff della regione Asia e Nord America, le quattro squadre che passeranno il turno si daranno battaglia in un girone a doppia eliminazione per sancire il campione nelle Grand Finals. Dal 3 al 13 settembre ci saranno i playoff, mentre per la finalissima si dovrà attendere l’8, 9 e 10 ottobre. Il team campione vincerà, oltre alla consueta coppa, un premio di 1,5 milioni di dollari. Il secondo classificato ottiene $ 750.000, con $ 450.000 per il terzo posto e $ 350.000 per il quarto posto.

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti