Copertina

Recentemente il Lead Designer del Team 5 Dean Ayala ha tenuto una piccola sessione di Q&A sul suo account Twitter personale. Non è la prima volta che Ayala si lancia in iniziative del genere, ad esempio proprio a inizio 2019 lo sviluppatore aveva fatto per la prima volta la domanda su cosa avrebbe fatto tornare i giocatori su Hearthstone.

Di seguito c’è un riassunto dettagliato e in italiano delle risposte più interessanti.

Fammi una domanda su Hearthstone e farò del mio meglio per rispondere. Mi sento più sicuro con le domande che riguardano il game design, ma posso comunque provare con altri argomenti.

Argomenti caldi

  • Sul futuro dei set Base, Classico e Vecchie Glorie è ancora presto per avere altri dettagli (NdR: l’ultima occasione è stata la settimana scorsa), ma ne sapremo di più “abbastanza presto”. fonte
  • Viene confermata ancora una volta la nuova filosofia del bilanciamento di Hearthstone: interventi più frequenti ma di impatto minore. Il motivo del cambio è dovuto anche all’età del gioco e alla maturazione della sua playerbase. fonte
  • Diverse domande sono state, come era lecito aspettarsi, sull’economia del gioco. Non ci sono state risposte definitive se non che “presto” ci saranno alcune novità che riguardano nuovi giocatori e coloro che ritornano dopo un po’ di tempo. fonte
  • La forza del Cacciatore di Demoni sta anche nell’abbondanza degli strumenti a sua disposizione, portando i giocatori a domandarsi quali siano le sue debolezze. Per gli sviluppatori dovrebbe essere una classe che permette di giocare sia aggro che control con Demoni dall’alto costo, essendo però debole sulle rimozioni singole e ad area. fonte
  • La popolarità della Modalità Battaglia continua a crescere ancora oggi e ha imposto dei cambi strutturali nell’organizzazione del team. fonte
  • La Modalità Duelli riceverà “presto” un aggiornamento, e continuerà ad essere basata su formati personalizzati a rotazione. fonte1 fonte2
  • Blizzard vuole continuare a sviluppare nuove modalità per Hearthstone che non richiedano una Collezione per giocare, proprio come la Battaglia. fonte
  • In futuro ci saranno meno Imprese che forniscono PE basate su eventi davvero imprevedibili, come quella che richiede di avere lethal con Cribbyogg!0d222f29aaa65d92d5b428c4fcbc98c8697bad9607db5049166a3bb35eb17038 fonte
  • La Scopa Animata3ba555d50774da46238ba07d0b3bac3a3dda992f13eb5ae99786bfdb35605caa è ancora un possibile candidato al nerf, per via delle power play che è in grado di garantire, ma il team apprezza le possibilità che offre. fonte
  • La modalità Torneo di Hearthstone era stata annunciata nel 2018 ma poi ritirata lo stesso anno. Ancora oggi i giocatori si chiedono cosa sia successo, facendo diverse speculazioni, ma Ayala ha risposto che la feature su cui stavano lavorando semplicemente non era abbastanza buona. fonte
  • Continueranno ad esserci vecchi cosmetici che arrivano nel Negozio, ad esempio quest’anno abbiamo avuto dorsi delle carte. Però non ci sono conferme sui ritratti, ad esempio quello di Maiev regalato ai giocatori durante l’Anno del Mammut. fonte

Discussioni sul design

  • Il fenomeno del power creep è inevitabile in giochi che continuano ad aggiungere contenuto come Hearthstone. Per gli sviluppatori è il male minore rispetto a non aggiungere novità entusiasmanti. fonte
  • Alla domanda su quali saranno i temi del Sacerdote nelle prossime espansioni, Ayala ha risposto che spazieranno tra guarigione, Draghi, control e sempre un po’ di generazione casuale. A questo però ha aggiunto che gli piacerebbe esplorare di nuovo l’archetipo dello Shadow Priest. fonte
  • Per gli sviluppatori è importante che esistano carte frustranti come Bigliettusc34b94d8f88116b256254b2da2037a0b45aafeb46d16cb887858ab344d083eca per venire incontro ai desideri di una grande varietà di giocatori, ma al tempo stesso vogliono che tali carte non sia eccessivamente diffuse e nei mazzi migliori della classe. fonte
  • Dato il successo delle carte Bi-classe, è molto probabile che ce ne saranno di nuove in qualche futuro set. Dean però si chiede se sia più o meno divertente averle come aggiunta permanente in gioco. fonte
  • In retrospettiva, il Lacchè che permette di Rinvenire i Draghi sarebbe stato meglio che non ci fosse stato, per via del fatto che abbia contribuito ad un meta pieno di generazioni casuali. fonte
  • Ayala apprezza molto l’idea di avere un “cimitero” su Hearthstone, ma al momento ci sono limiti sia tecnici che concettuali. fonte
  • Un argomento ricorrente tra i giocatori è la richiesta di un’opzione che permetta di silenziare automaticamente gli avversari, per evitare lo spam molesto di emote senza doverlo fare manualmente ogni volta. Per il Team 5 però non è qualcosa di così fondamentale per il gioco che meriti “un bottone in più”. fonte
  • La keyword Ispirazione non è mai stata riportata in auge (come Rinvieni o le Missioni) nonostante ci siano state diverse carte con abilità omologhe, ad esempio Inseguitore di Fase4be9bba2270d664e551b7fb5180209544f60bf3c3b6748f63c8326b21c675a91. Il motivo è che non ha mai soddisfatto pienamente gli sviluppatori, al punto di rendere le carte che la riportavano deliberatamente più deboli. In questo modo non avrebbero mai potuto creare un meta non divertente. fonte
  • Un’altra meccanica che ha avuto poco successo è stato l’handbuff introdotto in Bassifondi di Meccania. In questo caso però si è trattato quasi esclusivamente di un problema di bilanciamento. fonte
  • Al team piacerebbe avere una sezione dedicata agli eventi esport all’interno del gioco, ma non è in cima alla lista delle priorità. fonte
  • Un preconcetto sbagliato che molti giocatori sembrano avere su Hearthstone riguarda la velocità delle patch. Spesso ciò che sembra richiedere poco tempo deve invece attraversare diversi passaggi di approvazione. fonte

Curiosità

  • È stato proprio Dean Ayala a passare a Kripparrian la sua chiave di invito per la beta di Hearthstone. A quei tempi non era nemmeno formalmente parte del Team 5. fonte
  • Il Drago Leggendario Malygos è stato in lista per le Vecchie Glorie almeno 2-3 volte. fonte
  • Nei primi tempi di Hearthstone gli sviluppatori avrebbero voluto cambiare il Potere Eroe dello Stregone, ma non trovarono alternative soddisfacenti. fonte
  • Le tre carte preferite di Dean Ayala in termini di design sono anche quelle che ha creato lui: il primo C'thunef9148080835817a5f484b051e9adfc0a5291424989b722d97635b990d5cf2c1, Profanazionea856214315574480feffa43780521f87454197d10aef0753c695eea38ebf6973 e Frenesia Feroce82bced87b1f9eb2331cb9d9ff23e8e9c657aaf078668a1c7e6b889797f2e7189. fonte
  • Altra carta poco usata ma apprezzata dallo sviluppatore: Squarciatore del Vuoto96b39632bd998535d81a7eaa82a0e9061e179acc010073121ddbabea8df8fb91. fonte
  • Per quanto riguarda le carte che ha personalmente progettato, i due errori più grandi che abbia mai commesso sono stati Sfidante Misterioso95889634590a161fe029bce53d3c74003b61763936654818f7ac57640cf960a2 e Artigli Spiriticife3d1371b6d2fb0025f276d8dd05fd8ec8ab02ac6ca2a8e1b5dbd48a0f662c67. In particolare per la seconda, è stato un errore che non lo ha reso felice. fonte
  • Il personaggio di World of Warcraft che Dean Ayala vorrebbe di più su Hearthstone è Maximillian della Contea del Nord, un Paladino ispirato alla figura di Don Chisciotte della Mancia che i giocatori possono incontrare nel Cratere di Un’Goro. fonte
  • A quanto pare gli sviluppatori hanno delle frasi in codice per memare su Twitter. fonte
Il tweet di chiusura, dove Ayala si propone di fare queste iniziative più spesso.
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti