Copertina

Alla BlizzCon 2019, i rappresentati del sito HSReplay.net hanno potuto incontrare due membri del Team 5: Dean Ayala (Senior Game Designer) e Melissa Corning (Live Events Producer). Gli argomenti principali sono la nuova espansione La Discesa dei Draghi e la Modalità Battaglia, ma c’è stata anche occasione per valutare gli eventi dell’Anno del Drago.

Ti sei perso qualche notizia della BlizzCon 2019? Recuperala sulla nostra pagina dedicata.

Di seguito elenchiamo i punti più importanti dell’intervista, che potete leggere per esteso tramite questo link. Prima di continuare assicuratevi di aver letto il nostro resoconto del panel Hearthstone What’s Next, dove vengono presentate tutte le novità.

Filosofia della Discesa dei Draghi

  • L’ispirazione per Galakrond è arrivata rimescolando le idee di C'thun e delle pietre magiche come Smeraldo Magico Inferiore, con un paio di twist.
  • Se i cultisti generici di C’thun avevano esattamente lo stesso blando ruolo di “buffer” in tutte le classi, quelli di Galakrond si distingueranno maggiormente e avranno anche effetti più immediati.
  • Quando sviluppano un nuovo set, gli sviluppatori sono inclini a creare carte che facciano pensare a chi le vede per la prima volta “non dovreste farlo”. Il primo impatto deve quindi essere eccitante.
  • L’abilità di Alamorte, Aspetto Folle ha ripreso il design originale del primo Alamorte.
  • Gli sviluppatori si aspettano di vedere un (anche piccolo) cambio nel meta con il rilascio di Sathrovarr. Rilasciare singole carte prima del tempo ha avuto effetti perlopiù positivi finora.
  • Come affermato anche da Kosak nel panel sulla narrativa di Hearthstone, la struttura dell’Avventura abbinata alla Discesa dei Draghi potrebbe deviare da quella della altre espansioni del 2019 ed essere più lineare. Sul come però Blizzard non si è sbottonata.

Genesi e aspettative della Modalità Battaglia

  • Anche in questa intervista gli sviluppatori hanno dichiarato apertamente che l’ispirazione della Modalità Battaglia è arrivata dal genere auto-chess. A quanto pare il team ha giocato molto ai primi esponenti rilasciati mesi fa, decidendo quasi subito di realizzare un propria versione a partire da una singola Rissa.
  • Il bilanciamento della Modalità Battaglia non sarà curato dallo stesso gruppo che si occupa della carte di Hearthstone (il Final Design Team) ma dal Live Event Team, di cui fa parte anche Melissa Corning.
  • Nella Modalità Battaglia viene mostrato chiaramente il proprio MMR, sotto forma di un numero a 4 cifre. Si tratta di un’anomalia per Hearthstone e Corning ha dichiarato che è stato un punto su cui Mike Donais ha spinto molto. Tra le motivazioni c’è anche la volontà di costruire questa modalità affinché duri nel lungo periodo.
  • Riguardo alle ricompense gli sviluppatori non hanno detto nulla, però hanno affermato che lo sviluppo della Battaglia non si fermerà dopo la pubblicazione e che sfrutteranno la Beta in ogni maniera possibile.

Anno del Drago

  • Nel 2019 il team di Hearthstone ha introdotto per la prima volta anche gli eventi di metà espansione come l’Ascesa dei Robot e l’Incubo nelle Tombe, dove non solo si distribuivano regali ai giocatori ma si facevano cambiamenti che scuotevano la Modalità Classificata. Per Blizzard questi eventi sono stati un successo e puntano a riproporli in futuro, anche se pensano sia meglio renderli mediamente più brevi.
  • Il servitore Leggendario Zefris il Grande è stata una delle carte più apprezzate di sempre dai giocatori e gli sviluppatori ne sono ben contenti, dato che è una delle carte su cui hanno lavorato di più in assoluto.
  • Citando interventi che negli ultime settimane Ayala ha fatto su Twitter (ad esempio questo e questo) l’intervistatore ha chiesto quali fossero i parametri che il team tiene d’occhio per valutare la salute del meta. La risposta ha riguardato principalmente la varietà: se il meta permette una ragionevole varietà di archetipi allora il Team 5 lo considera “divertente”.
Per favore Accedi per commentare
  Segui  
Notificami