Copertina

Hearthstone: due Q&A con chiarimenti su formato Classico, set Principale e altro ancora

Scritto da Diego "Feriand" Pagano - 11 Febbraio 2021 alle 15:11

L’annuncio dell’introduzione del set Principale e del formato Classico è stata accolta con grande entusiasmo dalla comunità di Hearthstone, generando un autentico torrente di domande e richieste di chiarimenti. Molte cose le sapremo solo alla BlizzConline, ma intanto abbiamo alcune risposte.

Subito dopo l’annuncio l’Initial Game Designer Chadd Nervig ha tenuto un piccolo Q&A sul suo account Twitter personale, mentre stanotte Dean Ayala ha tenuto il suo quinto Q&A settimanale dove ha risposto a una grande varietà di domande.

Abbiamo raccolto tutte le risposte più rilevanti e le abbiamo riassunte dettagliatamente, ordinandole per argomento. Abbiamo tralasciato ciò che era già noto, ma se aveste bisogno di spiegazioni sulle ultime novità di Hearthstone potete leggere la notizia dedicata, dove è presente anche una lista di FAQ.

Gli scorsi Q&A con Dean Ayala

Formato Classico e set Principale

  • Contrariamente a quello che sarebbe potuto sembrare, il formato Classico non è la seconda nuova modalità che deve essere presentata prima della fine dell’Anno della Fenice. fonte
  • A differenza di quello che era stato dichiarato precedentemente, le carte Base che non sono mai andate nelle Vecchie Glorie non diventeranno di rarità Comune nel set Retaggio. La loro rarità sarà “Free” e non saranno disincantabili. fonte
  • Le bustine Classiche continueranno ad esistere e ad essere acquistabili nel Negozio, ma conterranno soltanto le carte usabili nel formato Classico. fonte
  • Rispetto agli anni scorsi non c’è una vera convenienza nell’ammassare bustine Classiche, poiché non ci saranno nuove carte aggiunte al set Classico. fonte
  • Non ci sono piani per creare bustine Retaggio. fonte
  • Vittorie classificate nel formato Classico saranno valide per i Ritratti dorati e da 1000 vittorie degli eroi base. In più, si potranno completare le Imprese compatibili e ci saranno anche Imprese esclusive. fonte
  • Gli sviluppatori decideranno su un eventuale bilanciamento del formato Classico dopo aver ricevuto il feedback dei giocatori. fonte
  • Solo le abilità delle carte saranno nel loro stato di giugno 2014 nel formato Classico. La classificata, i Ritratti e le emote saranno quelle che ci sono anche negli altri formati (niente ritorno del “Mi dispiace”). fonte1 fonte2
    • A quanto pare l’unica eccezione sarà Xavius63abfce6cb7086b1f95c266490c730d08867d246d9f15db5e78aa85796268b2e che tornerà indietro alla sua versione Illidan. fonte
  • Le carte del set Principale saranno una versione speciale, temporanea e non disincantabile (come quelle di Incubo nelle Tombe) con anche una filigrana dedicata. Disincantare le copie coincidenti di altri set non cancellerà quelle del set Principale. fonte1 fonte2
  • Possedere già le carte del set Principale provenienti da altri set non farà guadagnare Povere Arcana bonus. fonte
  • La decisione non è ancora definitiva, ma se delle carte inedite del set Principale dovessero lasciare il formato Standard verrebbero trasferite nel set Retaggio. fonte
  • Si possono sbloccare le versioni dorate delle carte Principali in due modi: possedendo la versione dorata Selvaggia o tramite delle Imprese di classe. Non è stato detto nulla di Imprese per le carte Generiche. fonte
    • 50 vittorie per sbloccare le Comuni Principali dorate di quella classe.
    • 100 vittorie per sbloccare le Rare Principali dorate di quella classe.
    • 250 vittorie per sbloccare le Epiche Principali dorate di quella classe.
    • 500 vittorie per sbloccare le Leggendarie Principali dorate di quella classe.

Altri argomenti

  • Attualmente la distribuzione dei giocatori tra i vari Punteggi della Battaglia è “simile a quella dello scorso marzo, ma più inflazionata”. In futuro, magari durante il prossimo reset, sarà effettuato un procedimento matematico di normalizzazione con l’apice della curva a campana sul Punteggio di 4000. Non ci sono inoltre piani di passare al sistema classificato che c’è nella modalità Gioco. fonte
  • In un’intervista pubblicata per la comunità cinese di Hearthstone, Dean Ayala ha preannunciato un imminente cambio di bilanciamento per la Battaglia (di cui si era in parte discusso nel Q&A del 21 gennaio). Tra le altre cose, verrà modificata la meccanica di duplicazione di Khadgareaed0b4a6666f3d0062eacddfa0dd5371f65a9d61f1a2c28b70e987ec02cc3a1 che permette di ottenere tante Triple. fonte
    • Quando si formano tanti doppioni, ad esempio con Khadgareaed0b4a6666f3d0062eacddfa0dd5371f65a9d61f1a2c28b70e987ec02cc3a1 e Brann Barbabronzeac256c30ba05bbd44561f2c332e567ca21ae46a2b1adc0f7140c3d8dfa0682adb in campo, verranno prima generate tutte le pedine possibili e poi si uniranno in Triple. Attualmente si formano le Triple durante la duplicazione, liberando spazio per le copie successive.
    • Riciclobotf72ece7ccdf3393d753199974628f973505850aa81ea497e97ecac24cabe1158 passerà dal Livello Locanda 5 al 4.
    • La patch arriverà entro due settimane.
  • Il pulsante per dorare una carta che già possediamo è sempre nella lista delle cose da fare, ma non ha alta priorità. Probabilmente non arriverà quest’anno. fonte
  • Ci sono buone possibilità di vedere un Ritratto con un personaggio Tauren per Hearthstone, purtroppo non è stato specificato per quando. fonte
  • C’è la possibilità di una rotazione “classica” per l’Arena, anche se lascerebbe fuori in Cacciatore di Demoni. Potrebbe avvenire intorno alle patch 20.4 e 20.6 (NdR: attualmente siamo alla 19.4.1). fonte
  • In Hearthstone la casualità è davvero casuale? Ciò che viene percepito a volte dalla community come “scriptato” è spesso frutto di varianza o confirmation bias, ma per correttezza è stato anche detto che i computer hanno delle difficoltà tecniche nel generare risultati che siano veramente e totalmente casuali. fonte

Design

  • C’è stata una domanda sul bilanciamento e sulla sua percezione. Ayala ha dichiarato che uno dei lavori del designer è quello di creare qualcosa che “sembra OP, ma che a conti fatti non lo è”. Se tre persone diverse parlassero di Hearthstone, è molto facile che ridano di “come facciano gli sviluppatori a non accorgersi di quanto è sbilanciato il gioco”. In conclusione il bilanciamento è importante, ma non che tutti siano d’accordo sul bilanciamento. fonte
  • Si ritorna ad un concetto di design definito “time to fun“, cioè il tempo e le azioni necessarie da intraprendere in un gioco prima di arrivare al divertimento. Dean Ayala ha reiterato che vorrebbe che in Hearthstone il processo di deckbuilding non sia sempre obbligatorio nel “time to fun” dei giocatori, applaudendo la Battaglia per questo. fonte
  • Uno degli obiettivi di design dei Duelli era creare una modalità dove la propria Collezione fosse rilevante, a differenza di come capita con Arena e Battaglia. fonte
  • Una domanda sulla possibilità di nuove carte da più di 10 Mana ha stimolato Dean Ayala a parlare delle possibili implementazioni dei Titani in Hearthstone. La loro natura “cosmica” e antitetica agli Dei Antichi si potrebbe tradurre in termini di gameplay in carte molto costose, che richiedono di spendere i propri cristalli nell’arco di più turni. fonte
  • Per quanto riguarda invece l’idea di limitare permanentemente le risorse degli avversari, Ayala disapprova. Meccaniche “cattive” come quella di Bigliettus2cb1c6a7e5fadf618d7e82ba197815333d8f815f5a9a8e5a8724dbb3d8272780 sono passabili perché rappresentano un “momento” nella partita e non una costante. fonte
  • Dean Ayala è d’accordo che sarebbe bello mostrare un po’ di più il proprio dorso delle carte durante una partita, ma la semplicità e la chiarezza dell’interfaccia avrà sempre la priorità. fonte
  • L’introduzione del formato Classico potrebbe aprire la porta a più versioni della stessa carta anche altrove, ad esempio si potrebbe bilanciarle in Standard mantenendole uguali in Selvaggio. Attualmente la preferenza però è quella di evitare tale mossa. fonte
  • Le persone che lavorano al design di Hearthstone e della Battaglia sono 14 in totale (tralasciando ingegneri, produttori e artisti), ma al momento tre di esse sono impegnate su altri progetti. Gli 11 designer rimasti si alternano a rotazione sui vari compiti che riguardano il gioco. fonte
  • Dean Ayala è eccitato ma anche nervoso per l’introduzione del set Principale, sempre voluto dal pubblico più coinvolto di Hearthstone ma che rappresenta un cambio molto grande da digerire. Il lato positivo è che adesso ai giocatori basterà portare le classi al livello 10 per avere subito a disposizione dei mazzi di ispirazione moderna. fonte
  • Le carte scelte per il set Principale sono state influenzate dalle prossime espansioni, ma meno di quanto si potrebbe pensare. Il loro ruolo designato è quello di essere “role-player” che possono essere utilizzati in diverse strategie, mentre nelle espansioni ci sarà maggior esplorazione di singoli archetipi. fonte

Curiosità

  • Dean Ayala ha rimpianto molto il nerf di Capitano Cantaguerra94e6ebf1849f35a11e230e849e4dd521dd3f506b7215ab3526b16a75382c9a57 avvenuto il 20 ottobre 2015. L’intervento andava fatto, ma ai tempi c’erano “troppi capocuochi nella stessa cucina”. Nessuno è stato contento del risultato finale. fonte
  • Per Dean Ayala, mettere l’ananas sulla pizza è totalmente normale (NdR: dovevi portare equilibrio nella Forza, non lasciarla nelle tenebre!). fonte
  • Il Murloc preferito di Dean Ayala è Cacciatore Pozzaroccia83853097552588f8183c4b2c0ae0eded8900dd74aaf458b7497094ab70a8ce67 per via dei bei ricordi legati allo sviluppo di Viaggio a Un’Goro. fonte
  • A quanto pare una volta Mike Donais si è trasformato in una scatola per poi sparire davanti agli occhi dei suoi colleghi. In un’altra occasione il fantasma di Ryan Collins è stato oneshottato durante una partita di Dungeon Crawl Stone Soup. fonte
Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti